Il sequestro dell’auto contro la prostituzione

0

A dare un freno al fenomeno della prostituzione, almeno a Pomezia, potrebbe essere il timore di vedersi sequestrare l’automobile. E’ una delle eventualità contemplate dall’ordinanza emessa ieri mattina dal sindaco Enrico De Fusco per tutelare la sicurezza urbana in merito alla prostituzione su strada, attraverso la quale si vieta “a chiunque di contattare soggetti dediti alla prostituzione, ovvero concordare con gli stessi prestazioni, oppure intrattenersi, anche solo per chiedere informazioni, con soggetti che esercitano l’attività di meretricio su strada o che, per l’atteggiamento, l’abbigliamento o le modalità comportamentali manifestano comunque l’intenzione di esercitare l’attività consistente in prestazioni sessuali”.

Il provvedimento colpisce soprattutto i frequentatori. “Se l’interessato – cita il documento – è a bordo di un veicolo la violazione si concretizza anche con la semplice fermata al fine di contattare il soggetto dedito al meretricio”.  L’ordinanza prevede una sanzione di 166 euro con la possibilità per le forze dell’ordine di procedere con il sequestro cautelare “delle cose che servirono o furono destinate a commettere la violazione o che ne sono il prodotto”, auto compresa. Ad essere colpito non sarà solo chi è alla ricerca di un rapporto a pagamento, ma anche chi lo offre. E’ infatti vietato “assumere atteggiamenti, modalità comportamentali o indossare abbigliamenti che manifestino inequivocabilmente l’intenzione di adescare o di esercitare l’attività di meretricio”. La misura si è resa necessaria riportare tranquillità in determinate zone, tra cui quella della stazione ferroviaria. «Sono stato sollecitato più volte dai cittadini di S. Palomba e dalle realtà industriali del territorio – ha detto De Fusco –. Visti gli effetti devastanti sulla sicurezza e sull’ordine pubblico, determinati da episodi criminali legati allo sfruttamento della prostituzione anche minorile, ho ritenuto opportuno agire in prima linea per evitare che si continuasse ad alimentare il senso di insicurezza percepito dalla cittadinanza, soprattutto dai pendolari, che ritengono pericoloso e problematico l’utilizzo dei parcheggi vicini alla stazione ferroviaria. Vogliamo così rendere accessibile, sicura e di facile utilizzazione l’intera area».                                             

(M.C.) 

È SUCCESSO OGGI...

Valle Martella, al via i lavori di rifacimento stradale

0
Oggi, Lunedì 13 Luglio, è partito il progetto di messa in sicurezza delle pavimentazioni stradali della zona di Valle Martella. Si tratta di un intervento finanziato dall’ASTRAL. Quest’ultima, società della Regione Lazio...

Sorprese a incassare 200 euro di smartphone rubati: prese due nomadi a Roma

0
Sorprese ad incassare 200 euro per riconsegnare due smartphone rapinati poco prima. Due nomadi, di 38 e 21 anni, domiciliate presso il campo di via Salviati, entrambe gia' note alle forze dell'ordine,...
incidente gra

Tenta la truffa della carta vetrata: l’incredibile caso a Roma

0
Un nuovo tentativo di truffa della 'carta vetrata', ad opera dei soliti soggetti, e' stato messo in atto nella giornata di ieri, domenica, ed ancora una volta stroncato sul nascere dai poliziotti...

Incendio in un ristorante al Tuscolano: momenti di paura

0
Nessun ferito ma tanta apprensione, ieri intorno alle 13, a Roma, per un incendio divampato in un ristorante orientale, in via Enea 58, al Tuscolano. Le fiamme hanno interessato la cucina, e...

Minaccia di lanciarsi nel Tevere da Ponte Vittorio

0
Ha minacciato di gettarsi nelle acque delTevere, ma e' stato convinto a rinunciare dai soccorritori.Attimi di tensione questa mattina alle 9.40 circa, su PonteVittorio Emanuele II, in pieno centro a Roma, dove...