Pendolari ormai stremati dai disagi

0

Se è sempre più drammatica e precaria la condizione che vivono tutti i pendolari del Lazio, quella che sopportano gli utenti della tratta Fr5 Roma-Civitavecchia è ormai insostenibile. Treni sovraffollati. Insufficienti. Dove sedersi è un’utopia e dove poter anche solo respirare, specie in queste caldissime giornate estive, è un’impresa. Tanto è vero che i malesseri fra i passeggeri sono all’ordine del giorno. «Quest'anno, poi», spiega Andrea Ricci, del Comitato pendolari Maccarese-Palidoro, «l'aria condizionata, che da sempre funziona in maniera carente sui treni Vivalto in servizio sulla linea, è in situazioni ancora peggiori rispetto al passato, tanto è vero che è stato necessario sbloccare i finestrini per consentire la circolazione dell'aria».

A schierarsi a fianco dei pendolari, stremati dai disagi, anche Nando Bonessio, presidente dei Verdi della Regione: «Dopo essere stati denunciati per aver protestato contro il pessimo servizio nel maggio scorso, ora lavoratori e studenti sono costretti ad avere treni ancora più sovraffollati a causa dei croceristi che si spostano da Civitavecchia a Roma. È incredibile», denuncia Bonessio, «come in una città ad alto flusso turistico come Roma si sottovalutino questi problemi nel 2011 ed è ancora più incredibile che si facciano scelte sbagliate come quella di fissare a 15 euro il prezzo del biglietto del treno “speciale” per croceristi quando quello ordinario costa 9 euro». Ma l’anomalia non finisce qui. Infatti bisogna sottolineare che mentre il biglietto da 15 euro è valido solo per il treno, con quello da 9 euro ci si può muovere per Roma utilizzando metro e bus. «Ancora una volta a fare le spese della mancanza di coordinamento e integrazione sono le fasce più deboli, mentre mancano iniziative forti a favore dei pendolari», dichiara il presidente dei Verdi: «nei giorni scorsi sono stati resi operativi due treni, quando già oggi ne servirebbero almeno 40 in più».

Tra due anni si arriverà ai 26 previsti, ma nel frattempo i pendolari saranno oltre 400mila, quando oggi sono 360mila. Il trasporto su ferro per i pendolari, quindi, in assenza di una vera e propria terapia d’urto sarà sempre, comunque e cronicamente deficitario. E a proposito dei due treni aggiunti, ecco ancora una doverosa precisazione dell’esponente del Comitato pendolari Palidoro-Maccarese: «A proposito dei due treni aggiunti bisogna fare attenzione», spiega Ricci: «non sono infatti due treni per Roma bensì una coppia Roma – Ladispoli – Roma la mattina. E, in più, sono programmati fino al 30 settembre: e dopo?».

Maria Grazia Stella 

È SUCCESSO OGGI...

comune di ariccia

ARICCIA, NUOVO ATTO VANDALICO AI DANNI DEL DEFIBRILLATORE PUBBLICO

0
"Dopo il furto avvenuto il 17 maggio, l'associazione 'Solidarietà Bikers' aveva donato un nuovo defibrillatore alla città di Ariccia, purtroppo, però, questa notte il dispositivo è stato nuovamente...

Violentata in strada a Roma, si cerca l’aggressore

0
Una donna di 40 anni è stata vittima di violenza sessuale la notte scorsa a Roma. L'episodio è accaduto nel quartiere Garbatella.

Olevano, mozione di sfiducia al sindaco: si apre la crisi in Comune

0
Dall’inizio della consiliatura si sono manifestate pesanti difficoltà nell’esercizio delle prerogative in capo al Consiglio comunale.   Inizia così il documento con il quale sette consiglieri comunali di Olevano Romano hanno firmato il documento di sfiducia...
Willy, fratelli Bianchi

Omicidio Willy, i giudici: «Dai fratelli Bianchi una furia cieca»

0
L'irruzione dei fratelli Bianchi sulla scena di una disputa sino ad allora solo verbale, e comunque in fase di spontanea risoluzione, fungeva da detonatore di una cieca furia

Morto per un calcio alla testa, il caso di Niccolò Ciatti

0
Niccolò Ciatti è morto per un "trauma causato da un violento calcio alla testa che ha provocato un edema cerebrale"