La tellina romana tra i prodotti tipici laziali

0

Sono 9 i nuovi prodotti tradizionali arricchiscono il patrimonio gastronomico del Lazio. Tellina del Litorale Romano (Rm), Ciambella degli sposi di Rocca di Papa (Rm), Fiatoni (Ri), Maccaruni Gavignanesi (Rm), Pera Spadona di Castel Madama (Rm), Patata Tuschesa (Ri), Miele di santoreggia (Rm), Olio monovarietale extravergine di Olivastrone (Ri e Rm), Olio monovarietale extravergine di Rosciola (Fr e Rm), questi sono i nuovi prodotti provenienti dalle province di Roma, Rieti e Frosinone, che da oggi fanno salire a ben 374 l’elenco dei prodotti tradizionali del Lazio. Lo ha annunciato Angela Birindelli, assessore regionale alle Politiche agricole e alla Valorizzazione dei prodotti locali. Con il termine “Prodotti tradizionali” si intendono prodotti agroalimentari le cui metodiche di lavorazione, conservazione e stagionatura risultano consolidate nel tempo, omogenee per tutto il territorio interessato, secondo regole tradizionali, per un periodo non inferiore ai venticinque anni.

L’assessore ha anche annunciato il finanziamento per il Progetto Integrato di Filiera proposto dalla Strada del vino e dell’olio e dei prodotti tipici Terre di San Benedetto. Il progetto, che prevede 34 soggetti beneficiari e un investimento complessivo di circa 3,4 milioni di euro, di cui 1,9 milioni di contributo pubblico, è finalizzato a valorizzare e qualificare le produzioni del vino a denominazione d'origine controllata di "Atina e Cesanese del Pglio" e gli itinerari del turismo enologico rurale che coinvolgono gran parte della provincia di Frosinone. 

È SUCCESSO OGGI...