Al fidene tre punti, rabbia del Cynthia

0

 

Finisce con un roboante 3-0 per i padroni di casa il derby tra Fidene e Cynthia Genzano, anche se la partita è stata nervosa a tratti e inficiata, almeno a detta dei castellani, da un arbitraggio di parte.
Iniziano bene gli ospiti che partono subito all’attacco, ma il Fidene non sta a guardare e risponde in maniera decisa. Non tantissime le occasioni da rete nel primo tempo, ma è il Fidene a rendersi più pericoloso con Bez in un paio di occasioni e ad andare in vantaggio al 27’ con un bel gol di Massella. La ripresa è tutta di marca biancoverde con Zirilli che subentra a Bez e si rende sempre pericoloso. La sua doppietta personale arriva nel giro di otto minuti, al 34’ e al 42’ per l’esattezza, dopo due espulsioni (Seppani e Di Ventura) che hanno lasciato il Cynthia addirittura in nove uomini.
 
«Un arbitraggio scandaloso – dice l’allenatore Sibilia – un arbitro completamente in malafede, ammonizioni solo per noi, per non parlare delle espulsioni e di alcuni atteggiamenti poco consoni anche nel pre-gara. Perdere una partita si può, ma così proprio no perché ci sono state delle cose scandalose». Durissime le parole del vicepresidente del Cynthia Marco Palumbo: «La direzione arbitrale di Boggi di Salerno è stata vergognosa, così come tutto l’atteggiamento del direttore di gara prima e dopo la partita. Infatti, già in fase di riscaldamento ha ripetutamente minacciato i giocatori e il preparatore atletico, intimando loro di andare negli spogliatoi e non effettuare il riscaldamento, cosa non impedita invece al Fidene. Non parliamo poi  di ciò che è accaduto in campo con le due espulsioni, ammonizioni senza alcun motivo solo per essersi mossi dalla barriera, rimesse laterali invertite e calci d’angolo limpidissimi non dati.
 
E dulcis in fundo, al termine della gara, baci e abbracci con i dirigenti del Fidene. Mi dispiace, ma questo è intollerabile e la mia società prenderà provvedimento in merito». Di tutt’altro tenore l’analisi del promettentissimo giovane esterno del Fidene Lorenzo Princigalli: «Io penso che gli errori dell’arbitro sono stati minimi e non hanno influito sul risultato. Forse non ha fischiato loro qualche fallo, ma il 3-0 ci sta perché  non hanno creato nessun vero pericolo neanche quando erano in undici. D’altra parte la differenza tecnica c’è e si vede anche perchè noi non meritiamo questa posizione di classifica, abbiamo potenzialità più alte che non siamo riusciti a sfruttare ancora appieno».

È SUCCESSO OGGI...

LA PROCURA ROMA SEQUESTRA SEZIONE DEL TMB DI ROCCA CENCIA

0
La Procura di Roma ha stabilito ilsequestro di una parte del Tmb Rocca Cencia di Ama e hacontestualmente nominato amministratore giudiziario PierluigiPalumbo, attualmente amministratore giudiziario anche del Colarie quindi anche dei due...

Incendio in un ristorante al Tuscolano: momenti di paura

0
Nessun ferito ma tanta apprensione, ieri intorno alle 13, a Roma, per un incendio divampato in un ristorante orientale, in via Enea 58, al Tuscolano. Le fiamme hanno interessato la cucina, e...

SANITA’. LEONORI: PRESENTATA NEL LAZIO LEGGE PER SICUREZZA TATUAGGI

0
"Dopo mesi di incontri e approfondimenti, questa settimana abbiamo formalizzato la presentazione della proposta di legge per le 'Disposizioni relative alle attivita' di tatuaggio e piercing'. Il tatuaggio spesso viene visto solo...

16enni uccise a Roma, rito abbreviato per Genovese. Mamme: «Speravamo di poterlo guardare negli...

0
"Per noi è una sofferenza che si rinnova tutti i giorni. Il fatto che Pietro Genovese non fosse in aula un po' ci ha deluso, speravamo almeno di poterlo guardare negli occhi....

Codici: assembramenti pericolosi al Sant’Eugenio, a rischio la sicurezza degli utenti

0
Mattinata di ordinaria follia all’ospedale Sant’Eugenio di Roma. Nei pressi dell’ingresso di uno dei Poliambulatori si sono infatti registrati assembramenti pericolosi tra gli utenti in attesa di essere visitati. Segnalazioni raccolte e...