Mercurio nel pesce congelato: 60 lotti ritirati dall’inizio dell’anno

Il rischio di accumulo riguarda soprattutto donne incinte e bambini

0
243

Dall’inizio dell’anno il Sistema rapido di allerta europeo per alimenti (Rasff) ha segnalato 60 casi di prodotti distribuiti in Italia. Si tratta di lotti di pesce congelato sequestrati per eccesso di mercurio
Per la maggior parte delle partite è stato disposto il ritiro immediato dal commercio e la successiva distruzione. Solo fino a marzo di quest’anno ci sono stati circa 24 ritiri dal mercato ed esattamente due mesi dopo i lotti di pesce contaminato, intercettati e ritirati dalle Asl e da altri organi di competenza sono quasi raddoppiati, arrivando a 40.
Non si tratta di leggeri sconfinamenti dai limiti stabiliti ma di quantità elevate: se la norma prevede un limite massimo di 0,5 mg/kg che raddoppia per i pesci di grossa taglia, nei lotti sequestrati sono state riscontrate quantità fino a 4-5 mg/kg.

IL PESCE – «Il pesce congelato si legge sul Fattoalimentare.it, arriva per il 70% dalla Spagna e, visto il numero dei lotti contaminati, si può ipotizzare che qualcuno ritenga il nostro paese come “la spazzatura europea” dove inviare il pescato con troppo mercurio». negli ultimi mesi, sono state inviate al Ministero della salute, a Bruxelles, numerosissime notifiche solo ed esclusivamente per la Spagna, di cui 47 che partono dall’ Italia e, tra esse, una parte sono segnalazioni di allerta che riguardano lo stesso grossista, Finpesca, che ha rifornito diverse catene di supermercati tra cui il Famila ed Emisfero del gruppo Unicomm.
Non si tratta di una novità, visto che nel rapporto sul sistema di allerta europeo, pubblicato pochi mesi fa, le segnalazioni di pesce con mercurio figurano al secondo posto.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...