Attesa per il Grande Fratello. C’è anche un giovane di Lariano

0
109
mirko-petrilli-grande-fratello

Il conto alla rovescia è terminato. Dopo un anno sabatico torna questa sera, ancora una volta su Canale 5, la grande kermesse del ‘Grande Fratello’, il popolare reality-show che segnò un’epoca ad inizio millennio, con ascolti da capogiro, prima del lento, ma inesorabile, declino.
Tra gli inquilini della casa di Cinecittà (completamente ricostruita dopo l’incendio dei mesi scorsi) potrebbe esserci anche un 28enne di Lariano. Sarà Mirko Petrilli l’alfiere dei Castelli nella nuova edizione del reality condotto da Alessia Marcuzzi.

MIRKO CON GLI AMICI DEL BAR MARYLIN – Il giovane, che vive e lavora come contadino nella zona di Colle Paccione, potrebbe ritrovarsi ben presto ad essere ripreso 24 ore su 24, prima di ritrovarsi in prossimità della tagliola delle ‘nomination’.

SOPRANNOMINATO IL DANDY – Mirko viene soprannominato il ‘Dandy’ per la sua cura nel vestire, amante della terra, delle tradizioni e della buona tavola. A fare il tifo per lui ci sarà l’intero paese, a partire dal Bar Marilyn, del quale è un assiduo frequentatore. Oggi lo vedremo sicuramente in tv, prima di capire se entrerà nel lotto o sarà costretto a fare un mesto ritorno a casa.

LE NOVITÀ – La tredicesima edizione del «Grande fratello» che torna da lunedì alle 21.10 su Canale 5 «sarà al passo con i tempi, social, interattiva» annuncia Alessia Marcuzzi (nella foto), all’ottava conduzione nello studio ricostruito in tempi record dopo l’incendio di dicembre. In 35.000 hanno partecipato alle selezioni: «Da 20 a 36 anni, molti con contratti a termine, mettono in campo il piano B, il nostro montepremi di 250.000 euro!» racconta Marcuzzi. Fra le «storie di ragazzi d’oggi» che Giancarlo Scheri, direttore di Canale 5, assicura di preferire per ora a un G. F. all celebrities («ma chissà, come sorpresa» butta l’amo il capoprogetto Andrea Palazzo), quella di Samba, da vu’ cumpra’ a barista con l’aiuto di italiani, e di Valentina, che ha perso un braccio per un incidente. «Ai perdenti non si dà mai voce» polemizza l’associazione amputati.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”9″]