Sanità Roma, Bambin Gesù: tre trapianti in 12 ore

Una maratona che ha impegnato due equipe di specialisti dell'ospedale. Venti medici e infermieri hanno lavorato in parallelo in due sale operatorie per ottimizzare i tempi

0
289

Tre trapianti in 12 ore su tre piccoli pazienti tra i 2 e i 10 anni. Fegato e reni sono stati prelevati da unico donatore pediatrico. Una maratona trapiantologica che ha impegnato due equipe di specialisti dell’ospedale Pediatrico Bambino Gesù. Venti medici e infermieri, parte dei quali provenienti dalla sede di Palidoro, hanno lavorato in parallelo in due sale operatorie per ottimizzare i tempi, serrati, che caratterizzano gli interventi di trapianto. Le operazioni di espianto degli organi dal donatore sono iniziate intorno alle 7 di mattina.Fegato e reni compatibili con i tre piccoli in lista d’attesa sono arrivati al Bambino Gesù grazie a un volo organizzato dell’Aeronautica Militare. Alle 12 tutto pronto nella sede di Roma -Gianicolo per il primo intervento, quello di fegato, organo che richiede la maggiore tempestività perchè più facilmente deteriorabile. Sono seguiti i trapianti di rene su altri due bambini. Le due equipe sono state coordinate da Jean De Ville De Goyet, direttore del Dipartimento Chirurgico del Bambino Gesù e da Nicola Capozza, responsabile di Chirurgia Urologica.”Si è trattato di una serie di interventi complessi che abbiamo potuto affrontare grazie al sistema organizzativo, logistico e alla professionalità del personale medico e non – ha sottolineato Jean De Ville De Goyet, direttore del Dipartimento Chirurgico del Bambino Gesù- Mentre i 20 membri delle equipe trapiantologiche erano impegnati nelle due camere operatorie, l’ospedale è stato in grado di rispondere contemporaneamente ad altre urgenze di alta complessità. Quando c’è in gioco la salute di un bambino, l’ospedale dà il massimo. Un grazie va anche a tutti quei genitori generosi e sensibili che, nonostante il dolore della perdita, fanno sì che altre giovani vite possano essere salvate”.I trapianti eseguiti domenica 6 ottobre 2013 sono perfettamente riusciti e i tre bambini che hanno ricevuto il nuovo organo stanno bene. L’ospedale Pediatrico Bambino Gesù è l’unica struttura sanitaria pediatrica in Europa in grado di rispondere con differenti tecniche operatorie al bisogno di ogni tipo di trapianto di organi (cuore, polmoni, fegato, intestino, reni, stomaco, milza, pancreas), di cellule e di tessuti, anche con interventi combinati e multiorgano. Dal 1993 ad oggi sono stati eseguiti oltre 250 trapianti di rene e oltre 80 trapianti di fegato nei ultimi 5 anni, con una sopravvivenza dei pazienti superiore al 95% (sia per il rene che per il fegato).Il numero dei trapianti di fegato è in crescita: 17 nel 2012 e già 19 da gennaio a ottobre 2013, con il 50% dei casi da donatore vivente. Ogni anno vengono effettuati circa 140 trapianti di midollo e 30 di cornea. Sul fronte della cardiochirurgia, dal primo trapianto di cuore pediatrico nel 1986, sono stati eseguiti oltre 240 trapianti cardiaci e cuore/polmone. Nel 2010 è stato impiantato il primo cuore artificiale permanente ed è stato effettuato il primo trapianto di intestino in età pediatrica, quest’ultimo nel quadro più generale dell’avvio di un programma innovativo di gestione dell’insufficienza intestinale grave. (Dire)

È SUCCESSO OGGI...

Rieti Cuore Piccante, arriva la kermesse più hot dell’estate: dal 23 al 27 agosto

Il cuore del centro d’Italia è pronto a battere forte per la kermesse più hot dell’estate. Dal 23 al 27 agosto torna l’appuntamento con “Rieti cuore piccante”, la Fiera internazionale del peperoncino che anche quest’anno...
Allarme zanzara tigre nel Lazio: + 30% in questi giorni

Roma Capitale, zanzara tigre: braccio di ferro fra i disinfestatori e la giunta Raggi

Non si placa la bagarre, fra Comune di Roma Capitale e A.N.I.D., rispetto all’Ordinanza n. 62/2017 in tema di contrasto della zanzara tigre. Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha infatti respinto il ricorso...

Atac: «Non esiste alcun “documento riservato”, nessun pericolo sicurezza»

«Con riferimento all'articolo apparso oggi sulle pagine del Messaggero dal titolo "Atac, nuovo sos sicurezza. Sui treni della metro A maniglie d'allarme ko", Atac precisa che non esiste alcun "documento riservato", ma solo una...

“Rajche”, Subiaco svela le sue radici più profonde in tre giorni di festa

La città dei monasteri è pronta a svelare le sue radici più profonde. O meglio le “rajche”, come si dice nel dialetto di Subiaco, che traggono la linfa vitale da tradizioni, musiche, artigianato e...

Drammatico incidente, i familiari di Romolo Antonio Scardella cercano testimoni

Com’è successo l’incidente stradale costato la vita il 5 agosto scorso a Romolo Antonio Scardella? I familiari dell’anziano, 86 anni, di Roma, lanciano un appello alla ricerca di testimoni, con particolare riferimento a un...