Bollette acqua, in arrivo pesanti conguagli dall’Acea

Si riferiscono agli anni 2006-2011. Somme esorbitanti. Ecco come difendersi

0
1379

Negli ultimi giorni gli utenti del servizio idrico erogato da Acea, negli ambiti corrispondenti alle province di Napoli (Ato 3), Frosinone (Ato 5), Roma (Ato 2), stanno vivendo un vero calvario. Sono infatti alle prese con centinaia e centinaia di conguagli riferiti al periodo 2006-2011.
A conti fatti, le somme richieste sono esorbitanti: oltre un centinaio di milioni di euro. I recuperi tariffari tuttavia sono solo il frutto della cattiva gestione degli ambiti da parte degli organi societari e l’incapacità dei politici che negli anno hanno chiuso gli occhi.

LA PROTESTA – “Quasi sempre – ricorda Luigi Gabriele, Responsabile Affari Istituzionali CODICI – il piano d’ambito in queste aree non è stato pienamente applicato. Il gestore, vale a dire tutta la galassia di aziende, partecipate o al 100% di ACEA, spesso non ha messo in campo gli investimenti. A crescere è stata soprattutto l’insoddisfazione dell’utenza, colpita da ogni genere di disservizi. Tanto è vero che nella zona di Frosinone e Napoli si concentra il maggior numero di comitati di cittadini subissati dai ritardi. Inoltre gli Ato non hanno concesso come previsto le tariffe concordate dal Piano d’ambito o non le hanno revisionate nei tempi e nei modi previsti”.

LE RICHIESTE – “La conseguenza di questo andazzo è che oggi, a torto o a ragione, o per via di commissari ad acta o per colpa delle segreterie tecniche, le tre aziende ACEA, pur non avendo svolto un’attività di qualità, chiedono di recuperare le tariffe che “spettavano” loro.  In poche parole  – spiega Gabriele – negli anni non hanno inviato le fatture, senza incassare alcunché continuando però a iscrivere in bilancio i crediti”.
“CODICI chiede alla CONSOB di verificare la regolarità dei bilanci delle società dal momento che ACEA, come è noto, è una società per azioni quotata in borsa”.
La situazione non è da sottovalutare perché nei tre territori i consumatori non hanno intenzione di pagare i conguagli stratosferici riferiti agli anni passati.
“La bomba sta per scoppiare – conclude Luigi Gabriele –. La nostra Associazione di tutela non esclude infine di chiedere un intervento dell’autorità garante della concorrenza”.

[form_mailup5q]

È SUCCESSO OGGI...

Banda della saracinesca: furti notturni ai danni di alcuni esercizi commerciali

La scorsa notte, i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Ostia hanno arrestato 3 persone per il tentato furto ai danni di un bar nel centro di Ostia. I carabinieri avevano stretto il cerchio alla luce...

Agente fuori servizio rincorre quattro giovani rapinatori: arrestati

Fondamentale, nell’arresto di tre rapinatori, è stato il ruolo di un agente della Polizia di Stato della Polaria di Ciampino che, libero dal servizio, ha visto quattro ragazzi accerchiare un loro coetaneo e strappargli...

Rissa e furti dopo Lazio-Spal: identificato un altro tifoso. Daspo di 8 anni

Dovrà restare lontano dai campi di calcio per 8 anni il tifoso arrestato dalla Polizia di Stato domenica sera al termine di Lazio-Spal. Il Questore di Roma, considerato che il tifoso oltre ad essere già conosciuto dalle Forze...

Svuotano cantine di uno stabile con oggetti di valore: ripresi dalle telecamere

Hanno scelto una serie di cantine da “svuotare” in un complesso condominiale di via Luigi Lilio, nella zona di Tor Carbone. Quindi, dopo essere entrati indisturbati, hanno scelto numerosi oggetti di valore, tra cui un...

Parcheggiatore abusivo aggredisce una ragazza che si è rifiutata di pagare

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato un parcheggiatore abusivo 40enne, del Bangladesh, con precedenti e irregolare in Italia, che ha tentato di estorcere denaro a una 24enne romana. Ieri pomeriggio, in piazza Giuseppe...