Ostia, allarme cani maremmani randagi: pericolosi e vicini alle case

0
143

Il loro pelo bianco e l’atteggiamento fiero non devono trarre in inganno i cittadini di Ostia, Acilia, Axa e dintorni. Quei cani maremmani avvistati da tempo e visti vagare nella zona sono considerati molto pericolosi e stanno terrorizzando soprattutto le mamme e i loro bambini. Non si sa se siano stati abbandonati, se ancora abbiano un padrone oppure no.

AUMENTA IL RANDAGISMO – Di certo non sono i soli cani maremmani che vagano liberi nella zona. Quelli delle fotografie che pubblichiamo stanno circolando da giorni sui gruppi dei social network e parlano di un fenomeno in crescita, come il randagismo nelle periferie romane. Che non riguarda però bastardini o cani di piccola taglia, ma forti e spesso aggressivi pastori maremmani. Gli animali sono stati avvistati anche molto vicini alle casa in zone come Axa e via padre Perilli, vicino Macchia Saponara.

ACCOPPIAMENTI IN PIENO GIORNO – Cercavano erbe, facevano i loro bisogni in un campo rimasto libero tra i palazzi e, tra le altre cose, si accoppiavano pure, promettendo per il prossimo futuro altri piccoli maremmani da sfamare, magari cercando nelle immondizie o circolando aggressivi nei pressi dei mercati. Tra chi chiede l’immediata sterilizzazione e chi si dice contrario alla chiusura in un canile, tutti i commenti dei cittadini si dicono in allarme, cercando di capire come affrontare un fenomeno come il randagismo che sembra davvero essere incontrollabile. In molti hanno già contattato le strutture sanitarie (Asl e canile) di Ostia e Muratella. Per il momento però i bei cani bianchi che ricordano la storia di “Belle e Sebastien” continuano a vagare per le periferie a sud di Roma.

 

Riceviamo e volentieri pubblichiamo da una lettrice:

Gentile redazione, ci tengo a precisare dei “commenti sui social network” cui voi fate riferimento nell’articolo, solo una persona ha fatto riferimento a una sua esperienza passata non positiva legata a un incontro con un maremmano, che non era nessuno di quelli a cui ho fatto riferimento nel mio post. Per il resto, la maggior parte dei commenti erano a difesa dei cani. Inoltre sono certa che siate a conoscenza che in zona Acilia, Axa, Madonnetta nonché di recente anche a Ostia, sono stati avvelenati diversi cani di proprietà con delle polpette appositamente preparate con del veleno per topi. Può ben capire che in giro ci sono persone incivili che decidono in modo vigliacco e deplorevole di eliminare cani e gatti per il semplice gusto di far del male, non solo agli sfortunati animali che incappano in tali esche mortali ma anche ai loro proprietari e alle persone sensibili e responsabili che amano e rispettono gli animali al di sopra di ogni eventuale colpa umana che si voglia far ricadere su di loro. Il titolo del Vs. articolo, inoltre, che sottolineava impropriamente la pericolosità di tre sfortunati cani abbandonati al loro destino da un proprietario irresponsabile, potrebbe incentivare tale pratiche incivili e barbare.
Anna Maria Ruggiero

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU OSTIA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”26″]

 

 

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU ACILIA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”18″]