Atac, sulle metro sporche al lavoro gli operatori delle cooperative

0
88

Sul degrado, non solo di questi giorni, cui sono ridotte le stazioni della metro sono sotto gli occhi di tutti e vanno peggiorando da venerdì tanto da costituire una vera e propria emergenza. Questa insopportabile situazione, come noto, è dovuta alla riduzione, prima, e sospensione poi, del servizio di pulizia da parte della ditta che lo gestiva.

SCIOPERO. I lavoratori della ditta sono in stato di agitazione da mercoledì scorso, quando, dopo diversi mesi di ritardato pagamento degli stipendi, gli è stata comunicata la sospensione del servizio. Per cercare di risolvere la situazione, in attesa di una soluzione definitiva, Atac ha richiesto e ottenuto già da giovedì la disponibilità di altre ditte in attività per garantire i servizi minimi.

90 ADDETTI A SUPPORTO. La cooperativa sociale 29 giugno, che comprende e condivide la lotta dei lavoratori impiegati nell’appalto, ha accolto le richieste di Atac e da sabato nelle stazioni metro delle linee A e B di Roma impiegando circa 90 operatori con interventi straordinari per la pulizia e la rimozione dei rifiuti a salvaguardia dell’igiene e del decoro.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI CINQUE QUOTIDIANO

[wpmlsubscribe list=”64″]