Garbatella, esposto Codacons sul terreno Inps. Ma i lavori sono finiti

L'associazione dei consumatori chiede di verificare atti di rilevanza penale che creano danno per i cittadini

0
179

Le ruspe sono entrate in azione, hanno preso terra vecchia e nuova e hanno ricoperto tutti i resti archeologici della villa Romana di via Padre Semeria sulla Cristoforo Colombo. Alcuni giorni fa cinque quotidiano, prima che fosse troppo tardi, aveva denunciato la presenza dei lavori e chiesto se non si trattasse dell’inizio di nuovi “movimenti” attorno a un fazzoletto di terra rimasto libero dal cemento.

PRESENTATO UN ESPOSTO ALLA PROCURA – Oggi, a lavori ormai conclusi il Codacons annuncia la presentazione di un esposto alla Corte dei Conti del Lazio e alla Procura della Repubblica di Roma in merito alla vicenda della necropoli di Via Cristoforo Colombo ricordando che «secondo quanto riportato dai media, rischia di essere interrata». Senza nemmeno citare la testata che ne ha parlato il Codacons ricorda: «I lavori nell’area tra la Colombo e Via Padre Semeria, iniziati nel 2006 e destinati ad accogliere un grande edificio, sede dell’Istituto Postelegrafonici, subirono uno  stop a causa del rinvenimento di un sepolcreto romano del II-III secolo d.C. costituito da una ottantina di sepolture terragne – spiega l’associazione – Ora, a otto anni di distanza, nessuna iniziativa e’ stata presa da Roma Capitale se non quella annunciata dalla Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma di interrare la necropoli allo scopo di tutelarla dal degrado».

ALLA RICERCA DEL DANNO – Che ci fosse un «gravissimo danno per il patrimonio artistico, storico e archeologico della capitale» è chiaro ed evidente, così come che sia una violazione dello Statuto comunale. Non si capisce però come mai l’intervento del Codacons arrivi molti giorni dopo le nostre denunce e comunque a lavori ormai finiti da giorni. In ogni caso la richiesta alla Procura di Roma da parte dell’associazione di cittadini è quella «di accertare se vi siano fattispecie penalmente rilevanti quali omessa manutenzione ordinaria, omissione in atti dovuti, omessa attività di controllo, danno al patrimonio artistico, storico, monumentale e archeologico, oltre all’utilizzo illecito di fondi pubblici, e alla Corte dei Conti di verificare la sussistenza di un danno per la collettività». Chissà se arriveranno sorprese.

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU GARBATELLA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”59″]

È SUCCESSO OGGI...

Si mangia e beve a Marino: arriva il Castelli Food Truck Festival

Partirà sabato 29 aprile e proseguirà fino a lunedì 1° maggio l’evento denominato CASTELLI ROMANI FOOD TRUCK FESTIVAL, proposto e realizzato dall’Associazione “La Stanza delle meraviglie” in partenariato con l’Assessorato alle Attività Produttive del...

Accendono il forno e prendono fuoco: feriti padre e figlia

Una fiammata li ha investiti non appena acceso il forno. Probabilmente per un fuga di gas ieri verso le 19.30 è divampato un incendo in una casa in via di Gricciano, nei pressi di Cerveteri....
tuscolano

Schianto sull’Aurelia: giornata di paura

Giornata particolarmente impegnativa quella di oggi 27 aprile 2017 per i Vigili del Fuoco di Civitavecchia. I VVF fra ascensori bloccati, aperture porta e soccorsi vari, sono intervenuti per due incidenti stradali.   Il primo a...
tuscolano

Esplosione in pieno centro abitato a Cerveteri: intervengono i pompieri

Ieri 26 aprile 2017 alle ore 20.00 circa, i Vigili del fuoco di Cerveteri sono intervenuti per avvenuta esplosione all'interno della cucina di un appartamento sito in via di Gricciano, 14/A a Cerveteri.   i VVF...

Chiude la figlia in macchina e va a giocare alle slot machines

In preda alla febbre del gioco, ha preso l'auto della donna per cui lavora come badante, ha parcheggiato nei pressi di un bar di Villanova di Guidonia, chiuso la figlia di 7 anni in...