San Cesareo, orrore sotto l’A1. Camion e rifiuti nel verde

0
215
discarica san cesareo

Il Comitato di Difesa del Territorio Colli Prenestini Castelli Romani e il Comitato “Love San Cesareo” denunciano l’ennesima presenza di discariche abusive nel comune di San Cesareo. In una segnalazione fatta in data 20 febbraio 2014 e indirizzata al Comune a Società Autostrada S.P.A. e per conoscenza all’Azienda Sanitaria Locale Roma G e ai carabinieri di San Cesareo. Si tratta dell’ennesima denuncia di una discarica abusiva con presenza di amianto presso l’area archeologica denominata Fontanile della Pidocchiosa.

IL SOPRALLUOGO – I comitati stessi sono stati contattati dall’Ispettore dell’Ufficio di Igiene della A.S.L. di Palestrina per effettuare un sopralluogo nel sito. E in quest’area, costeggiando i piloni dell’autostrada e proseguendo fino al ricongiungimento con la strada di recente costruzione, il cui proseguimento conduce a Via Cesare Battisti, altezza cancelli della Villetta, è stata segnalata la presenza di una ulteriore e importante discarica a cielo aperto. Cumuli di inerti, materiali per l’edilizia, mobili, elettrodomestici, un camper bruciato, una roulotte, una ruspa, un camioncino, un casotto prefabbricato, questi ultimi in evidente stato di disuso e di abbandono. Tutta l’area circostante, fino all’incrocio con via delle Magnolie, versa nelle medesime condizioni e quanto riportato è solo una parte di ciò che ulteriormente si nasconde e che solo si intravede sotto l’erba incolta e la vegetazione che cresce spontanea.

LE RICHIESTE AL COMUNE – «Nel ricordare che il primo cittadino ha la funzione di tutelare la salute dei cittadini – si legge nella nota delle associazioni – chiediamo l’immediata rimozione dei rifiuti; l’intera bonifica dell’area; inoltre, avendo ormai constatato che il comune di San Cesareo in generale e, l’area in oggetto in particolare, è disseminato di discariche abusive e, ricordando ancora una volta, che i soldi spesi per la rimozione dei rifiuti e la bonifica della zone contaminate sono soldi pubblici, chiediamo anche che codesta amministrazione preveda per il futuro l’adozione di strategie valide alla prevenzione del fenomeno.”

«AMMINISTRAZIONE ASSENTE» – Ebbene, noi come cittadini abbiamo il preciso dovere di non sporcare e di conferire i rifiuti, anche ingombranti, nei luoghi appositamente adibiti a tale scopo; abbiamo inoltre il dovere di effettuare una corretta differenziazione del rifiuto stesso, senza in questa sede interrogarci troppo su come poi effettivamente avvenga il passaggio che porta alla gestione e allo smaltimento successivo alla raccolta; abbiamo il dovere di pagare le tasse, anche quelle relative alla “monnezza”; abbiamo il dovere di monitorare e, se necessario, segnalare e denunciare situazioni di degrado ambientale. Le amministrazioni invece che doveri hanno?».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU SAN CESAREO DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”45″]