Atac, a Garbatella stazione metro B assediata da cartacce e immondizia

Cesti pieni e rifiuti ovunque a causa di scioperi e agitazioni nelle aziende incaricate delle pulizie

0
394

Secchi dell’immondizia pieni fino all’inverosimile, straboccanti al punto da far finire a terra tante cartacce da riempirne un’altro. Una fermata molto frequentata che fa da nodo per due quartieri chiave di Roma: Ostiense e Garbatella.

STAZIONE SPORCA. Una stazione diversa, con l’edicola e i distributori e spazi comuni e parcheggi per le macchine, che dovrebbe essere tenuta in ordine, dato il grande passaggio. Ma affetta da un brutto male che nei giorni scorsi si è aggravato: la mancata o rallentata raccolta dei rifiuti in stazione. La situazione riguarda le banchine e gli spazi di accesso ai binari e soprattutto, come testimoniano le nostre fotografie, i cesti gettacarte. Biglietti usati, cartacce, fazzoletti, volantini, sigarette: i rifiuti prendono possesso della stazione e il degrado comanda.

IN TUTTA ROMA. La vicenda purtroppo riguarda un po’ tutta la metropolitana di Roma, metro A e Metro B, e contempla anche la mancata pulizia delle scale e dei pavimenti. La ditta che è incaricata dei lavori sta subentrando a una precedente ditta e questo sta creando problemi nell’avvicendamento, cosa che sta portando in questi giorni a scioperi e agitazioni del personale delle pulizie. Un problema che non è sfuggito all’Atac, che  sta cercando di risolvere la questione, ma intanto (come al solito) scarica sul cittadino i problemi.

COSA DICE ATAC. Lo spiega la stessa azienda: «Atac, nel mese di gennaio, si è trovata a dover gestire il rallentamento prima, e la cessazione poi, delle attività della ditta che garantiva i servizi di pulizia di stazioni e treni per le attività metroferroviarie. Atac di conseguenza ha risolto il contratto per grave inadempimento e si è immediatamente attivata per trovare una soluzione capace di coniugare la regolare erogazione dei servizi di pulizia e la salvaguardia dei livelli occupazionali». Secondo l’azienda poi «nel tempo necessario a concretizzare l’intesa, Atac si servirà già da stasera delle altre ditte in attività per garantire i servizi minimi nelle stazioni e nei treni. La situazione si normalizzerà nell’arco dei prossimi giorni». Per il momento Atac non può fare altro che «scusarsi con i clienti per i disagi di questi giorni, e assicura che sta lavorando alacremente e con impegno per tornare alla normalità». Intanto, come unico rimedio «l’azienda chiede ai passeggeri di collaborare a mantenere pulite le stazioni, non abbandonando rifiuti come carta o bottiglie negli ambienti di stazione o a bordo dei convogli ed a utilizzare cestini e cassonetti collocati nelle aree stradali adiacenti alle stazioni».

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU GARBATELLA DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”59″]

RICEVI TUTTE LE NOTIZIE SU OSTIENSE DIRETTAMENTE NELLA TUA MAIL

[wpmlsubscribe list=”60″]

È SUCCESSO OGGI...

Uova contaminate, rilevate due nuove positività dai Nas

"Le attività di controllo da parte dei Carabinieri dei NAS, attualmente in piena fase esecutiva sull'intero territorio nazionale, hanno evidenziato due ulteriori positività di uova contaminate per presenza della sostanza insetticida denominata finopril rispetto...

Formello, litiga con vicino e spara

Un colpo di pistola a scopo intimidatorio è stato esploso ieri sera nel corso di una lite tra due vicini in località Le Rughe a Formello.   A litigare, da alcuni giorni, sono un 30enne ed...

Innesca un incendio nel bosco, arrestato in flagranza di reato

Nel pomeriggio di ieri, militari del NIPAF appartenenti al Gruppo Carabinieri Forestale di Viterbo, hanno proceduto all’arresto di un trentanovenne residente per incendio boschivo doloso nel comune di Viterbo. A seguito di attività d’indagine di...

Alta tensione in piazza Indipendenza, rifugiati: «Non siamo terroristi»

Donne, bambini, giovani e meno giovani, tutti accampati sull'aiuola di piazza Indipendenza con la Polizia che li circonda in attesa di un nuovo sgombero dai giardini.   Con slogan urlati in faccia alle forze dell'ordine come...

Ritmo e musica popolare con Ambrogio Sparagna al Museo di Roma

Tra serenate e cantate popolari, musica di strada e tradizionale, nell’ultimo sabato sera di apertura straordinaria del Museo di Roma sarà impossibile non venire contagiati dal ritmo. Infatti sabato 26 agosto lo splendido palazzo con vista su piazza Navona si prepara...