Roma tra movida e Ferragosto: in manette 25 persone

0
57
 

Un ferragosto all’insegna dei controlli da parte dei carabinieri del Comando Provinciale di Roma nei quartieri frequentati dai giovani che animano la movida della Capitale e nelle zone tradizionalmente raggiunte dai romani per le gite fuori porta ferragostane, ma anche finalizzati al contrasto dei reati predatori ai danni di turisti e, in genere, alla prevenzione dei reati contro il patrimonio.

I carabinieri hanno effettuato decine e decine di controlli straordinari nei quartieri di San Lorenzo, Testaccio, Monti, Pigneto, Trastevere e nei luoghi più frequentati dai turisti. In questo contesto, i militari hanno arrestato complessivamente 25 persone: 12 di queste sono pusher, ai quali i carabinieri hanno sequestrato centinaia di dosi di stupefacente di tutti i tipi. Contemporaneamente, sono stati identificati e segnalati all’Ufficio Territoriale del Governo una decina di persone in qualità di assuntori di droghe. Le dosi sono state sequestrate con il denaro contante trovato nella disponibilità degli spacciatori, ritenuto provento della loro illecita attività.

Sono, invece, 12 le persone finite in manette per furti e rapine, commesse ai danni di turisti e non, ricettazione e riciclaggio mentre uno solo è stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari. In un caso, i carabinieri hanno bloccato due italiani, un 19enne proveniente dalla provincia di Foggia già conosciuto alle Forze dell’Ordine e un 23enne romano residente a Fonte Nuova, sorpresi mentre stavano tentando di rubare una costosa Mountain Bike, del valore di 2.400 euro, posteggiata in piazza di Porta Maggiore.

Tutti gli arrestati sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza delle varie caserme dislocate nella Capitale, dove attenderanno di essere messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il rito direttissimo. La refurtiva rinvenuta nel corso delle operazioni è stata riconsegnata ai legittimi proprietari.