A Dragona il parco per le vittime del femminicidio

0
41
 

Sarà intitolato alle vittime del femminicidio il parco di Dragona, nell’hinterland del municipio X. Il parlamentino lidense ha infatti approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dal capogruppo di Sinistra ecologia e libertà, Eugenio Bellomo, nel corso del consiglio municipale di ieri l’altro.

Il documento era già passato al vaglio della Commissione delle elette, presieduta dalla consigliera del Partito democratico Monica Schneider, ottenendo l’approvazione all’unanimità. Due panchine dell’area verde saranno dedicate a Michela Fioretti e Alessandra Iacullo, le due donne di Dragona ammazzate nei mesi scorsi dai loro compagni.

Michela fu freddata con dei colpi di pistola la sera del 18 aprile sul viadotto Zelia Nuttal. Alessandra, invece, fu accoltellata il 2 maggio in via Riserva del Pantano, sempre a Dragona. “Visto l’aumento di questo tragico fenomeno ho voluto ricordare le due nostre concittadine”, ha dichiarato Eugenio Bellomo: “L’odg approvato non è la fine di un percorso, ma l’inizio per continuare ad accendere i riflettori sui silenzi che spesso contraddistinguono queste storie”.

Ad Approdo alla lettura, al pontile di Ostia in piazza dei Ravennati è in corso fino al 21 luglio la mostra fotografica “Mai più!”: esposti gli scatti del corteo del 1 giugno scorso.

Maria Grazia Stella