Esquilino, polizia scopre giro di prostituzione

0
116
 

Annunci su siti internet e su quotidiani nazionali, telefono cellulare sempre acceso, un villino in affitto e ragazze e ragazzi che svolgevano l'attività. E' il giro di prostituzione scoperto dalla Polizia nel quartiere Esquilino, a Roma. L'organizzatore, un cittadino colombiano 38enne, è stato denunciato dagli agenti del commissariato per i reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Gli investigatori hanno effettuato negli ultimi tempi un monitoraggio di una zona, in particolare via Achille Grandi, da dove erano pervenute alcune segnalazioni. Il continuo via vai di persone, provenire infatti da questa piccola palazzina, ha convinto alcuni cittadini a segnalare questo particolare andirivieni ai poliziotti del commissariato Esquilino. Il 38enne colombiano, poi identificato per V.G.L.P., dopo aver preso in affitto tutto il villino, ha arruolato donne, trans e uomini di varie nazionalità, sistemandole nei 5 appartamenti ricavati. I servizi di appostamento effettuati, hanno fornito agli investigatori la conferma di quanto accadeva all'interno di questa vera e propria casa d'appuntamenti.

Ieri è scattato il blitz. Ragazze colombiane, peruviane e un giovane brasiliano sono stati sorpresi e identificati dai poliziotti. L'irruzione, avvenuta approfittando dell'apertura della porta per l'uscita di un cliente, ha consentito di scoprire il reale utilizzo degli appartamenti. Ogni singola abitazione aveva particolari caratteristiche: ambienti con luci soffuse, creme, salviette, confezioni di profilattici e altro materiale utilizzato per la consumazione di rapporti sessuali.

Al termine delle verifiche, gli appartamenti in questione sono stati posti sotto sequestro, mentre il 38enne colombiano, peraltro già noto alle forze dell'ordine, è stato accompagnato negli uffici di Polizia e denunciato. Per il brasiliano è stato inoltre necessario l'accompagnamento preso l'ufficio Immigrazione della Questura in quanto risultato essere privo di qualsiasi documenti per il soggiorno sul territorio nazionale. (fonte Dire)