Bandiere Blu, emergenza ad Ardea. Ok Ostia, Anzio e Nettuno

0
60
 

Una Bandiera Blu assegnata dalla FEE Italia (Federazione per l’Educazione Ambientale) ad Anzio, che riesce a conquistare anche due Vele da parte di Legambiente, e ben tre Vele ciascuno per Ostia e Nettuno. Nel mezzo Torvaianica, Marina di Ardea e Tor San Lorenzo, che non riescono – ancora una volta – ad aggiudicarsi nessun riconoscimento ambientale, ma che anzi spiccano per la graduale distruzione delle dune della macchia mediterranea.

Certo, tra i danni dovuti alle mareggiate ed al maltempo e l’incuria delle Amministrazioni in perenne crisi economica, la situazione non è di certo rosea per nessuno, ma la migliore organizzazione del X Municipio di Roma e dei Comuni di Anzio e Nettuno, senza contare la più facile raggiungibilità con treno e metropolitana, ha fatto sì che le loro spiagge siano più appetibili per le giornate al mare dei romani.

Rispetto a Pomezia ed Ardea, gli arenili di Ostia, Anzio e Nettuno sono leggermente più puliti e gli accessi al mare più fruibili anche dai disabili. Ad Ostia, nonostante la paura della “marea nera” di inizio maggio, la situazione è rientrata nella normalità, almeno nella parte centrale: non sembrano infatti esserci più tracce dei detriti formati da alghe rossicce e dei grumi di una sostanza appiccicosa, molto simile al catrame, che avevano invaso la spiaggia un mese fa. Merito soprattutto dei balneari, che più volte si sono sostituiti alle istituzioni nelle opere di bonifica.

Meno buone le condizioni della spiaggia di ponente, dove si trovano tratti invasi da rifiuti. A Torvaianica, dove l’intero tratto di costa era fino a poco tempo fa in pessime condizioni, la situazione si sta normalizzando grazie all’ordinanza del commissario prefettizio che aveva riconosciuto “la grave situazione di degrado igienico-sanitario in cui versa l’arenile demaniale causata dall’interruzione, per scadenza contrattuale, del servizio di pulizia”, disponendone la ripresa immediata. Ad Ardea, invece, è ormai abitudine ricorrere alle bonifiche urgenti per poter rendere l’arenile presentabile ai turisti, ma ancora la situazione non è delle migliori: sono molti i tratti, soprattutto all’altezza dei Consorzi e alle foci dei canali, che ancora necessitano di una migliore pulizia.

Situazione abbastanza buona ad Anzio, anche grazie alla collaborazione tra i balneari e l’Amministrazione comunale, così come avviene anche a Nettuno: in entrambi i Comuni, nonostante i disagi della brutta stagione, adesso le spiagge risultano pulite quasi dappertutto.

Maria Corrao