Roma, pretendeva soldi da 44enne con il quale aveva “relazione”

0
45
 

Duemila euro. Questa l'ultima pretesa arrivata via sms a un 44enne italiano da parte di un 20enne – cittadino romeno – con il quale aveva una relazione. I due si erano conosciuti lo scorso ottobre. Dopo alcuni incontri, in cui l'italiano pagava il giovane per rapporti sessuali, era nata una relazione durata sino a maggio, quando il 44enne ha deciso di interromperla. Motivo, le richieste sempre più esose del ragazzo.

Alla riluttanza dell'uomo ad accontentarlo, il giovane ha cominciato a minacciarlo: se non gli avesse dato il denaro lo avrebbe denunciato per abusi sessuali. Le richieste, che inizialmente variavano tra le 70 e le 150 euro, sono aumentate progressivamente fino ad arrivare 2.000 euro. Per timore – e sperando in breve di liberarsi di lui – la vittima aveva deciso quindi di consegnare al giovane, in due diverse circostanze, prima 400 e poi 700 euro. Le minacce e le richieste di denaro sono invece aumentate. Continui messaggi a carattere minatorio continuavano ad arrivare alla sua utenza

telefonica con pretese di denaro sempre più alte. A questo punto la vittima, esasperata e stremata da questa continua estorsione, ha deciso di rivolgersi alla polizia, denunciando la situazione negli uffici del commissariato San Lorenzo. Gli investigatori hanno così combinato un incontro tra la vittima e il suo estorsore. Con 2.000 euro in contanti il 44enne si è presentato all'appuntamento con il ragazzo. Appostati nelle vicinanze mescolati tra i passanti, i poliziotti hanno così assistito all'incontro. Dopo un breve scambio verbale, il 20enne ha preso la busta con i soldi per poi velocemente allontanarsi. Immediato a questo punto l'intervento degli agenti che lo hanno fermato e perquisito trovandolo in possesso del denaro appena estorto. C.L.V., queste le iniziali del romeno, dopo essere stato accompagnato in commissariato e' stato arrestato per il reato di estorsione continuata.