Nuovo venerdì nero: domani a rischio bus e metro

0
19
 

Domani è in programma uno sciopero del trasporto pubblico locale indetto, a livello nazionale, dal sindacato Usb.

A Roma la protesta interesserà Atac, Roma Tpl e Roma servizi per la mobilità. Dalle 8.30 alle 17 e poi dalle 20 a fine corse sarà a rischio il servizio di bus, filobus, tram, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Roma-Giardinetti e Roma-Civitacastellana-Viterbo. Nelle stesse ore, la ferrovia Roma-Giardinetti sarà coinvolta anche da un altro sciopero, proclamato dal sindacato Orsa. A livello regionale, negli stessi orari, a rischio anche il servizio dei bus Cotral.

Nella notte tra oggi e domani, infine, a Roma non saranno garantite le corse delle 27 linee bus notturne. Per quanto riguarda le attività al pubblico di Roma servizi per la mobilità, venerdì potrebbero non essere garantiti i servizi dello sportello permessi (sosta/ztl/disabili/taxi) di piazzale degli Archivi, all'Eur, e quelli del numero verde disabili 800154451, del contact center infomobilità 0657003 (assicurate comunque le informazioni su orari e percorsi del trasporto pubblico) e dei box informazioni di Termini e Fiumicino. Infine, nei check point bus turistici 'Aurelia’, 'Laurentina’ e 'Ponte Mammolo’, saranno comunque attive le mep, le macchine emettitrici di permessi.

Anche Cotral Spa ha reso noto che, "a seguito della proclamazione di sciopero indetto dall'Usb, in adesione allo sciopero nazionale di domani, tutti i servizi automobilistici resteranno fermi dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 fino al termine del servizio. I bus extraurbani, provenienti dai vari capolinea o stazioni terminali, una volta giunti a destinazione, qualora debbano effettuare altre corse nell'orario di sciopero, rientreranno fuori servizio nei depositi o rimesse d'appartenenza per riprendere eventualmente il lavoro all'inizio della fascia di garanzia dei servizi minimi (ore 17). Le corse saranno nuovamente sospese dalle 20 fino al termine del servizio".    

Il personale addetto alla verifica, ha spiegato ancora l'azienda, "sciopererà con le stesse modalità. Per tutti i lavoratori degli uffici, degli impianti fissi e per tutto il personale non indicato, lo sciopero avverrà per l'intero turno.  I lavoratori del turno di notte entreranno in servizio alle ore 00.01 di sabato. Sono esclusi dallo sciopero gli addetti ai centralini telefonici e ai servizi di sicurezza, i guardiani, gli addetti alla portineria, gli ingegneri centrali, i capi tecnici centrali e i capi movimento centrali".