Lungotevere, studente Usa cade da parapetto e muore

0
64
 

Un 21enne statunitense è morto questa notte a Roma, intorno alle 2, cadendo dal muretto di lungotevere dei Tebaldi. Il ragazzo si trovava insieme ad alcuni amici seduto sul muretto, quando ha perso l'equilibrio e ha fatto un volo di circa 15 metri finendo sulla banchina. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato Trevi e la Polizia scientifica, che stanno cercando di ricostruire l'accaduto.

Dalle prime ricostruzioni ci sarebbe una brutta storia di 'Pub crawl' dietro al decesso del ragazzo, che frequentava nella Capitale la John Cabot University. Infatti il giovane sarebbe stato ubriaco dopo una serata passata con gli amici (anche loro tutti alticci) da un locale all'altro nelle zone di Campo de' Fiori e Trastevere. Alcuni testimoni hanno raccontato alla polizia di averlo visto stare in piedi e saltellare sul muretto prima della caduta.

Sull'episodio è intervenuto il Codacons: “Si tratta del terzo incidente mortale in 5 anni registrato sul lungotevere, a dimostrazione di come sia indispensabile adottare misure a tutela dell’incolumità di cittadini e turisti, allo scopo di evitare nuove cadute e nuove vittime – ha affermato il presidente Codacons, Carlo Rienzi –. E’ necessario installare delle reti di sicurezza sul lungotevere che, anche in caso di caduta accidentale, impediscano l’impatto con la banchina, associate a sistemi di rilevamento a distanza in grado di segnalare in tempo reale anomalie o situazioni di pericolo, e consentire l’intervento immediato delle forze dell’ordine e dei mezzi di soccorso” ha concluso Rienzi.