Multe \’\’notturne\’\’ alle auto in sosta. Aduc: «Assurde»

0
45
 

L’Aduc (associazione per i diritti degli utenti e consumatori) contro le “multe facili” agli automobilisti romani che parcheggiano le proprie vetture in strada. Il problema della carenza di posti per la sosta in città è fatto risaputo, ma accanirsi contro chi parcheggia in modo “disinvolto” quando torna a casa la sera, secondo Aduc è quantomeno ingiusto.

«Si staccano multe alle ore 23 perchè si è a meno di 5 metri dall'intersezione stradale senza che ciò determini intralcio al traffico: sono contravvenzioni assurde», denuncia il segretario Primo Mastrantoni secondo il quale: «È vero che c’è una precisa norma del codice della strada, ma Roma è piena di auto ferme nei pressi delle intersezioni stradali. Questo perché mancano i parcheggi, perché abbiamo una metropolitana risibile (42 km contro i 460 km di Londra), perchè gli autobus sono un optional, perché i taxi sono un lusso».

Il segretario Aduc continua puntando il dito direttamente contro l’Amministrazione capitolina. «Se il sindaco vuole risanare la casse comunali non ha che da scatenare i vigili nelle ore notturne. – attacca – Lo scorso anno il Comune aveva messo in preventivo 281 milioni di euro provenienti dalle multe ma ne ha incassati solo 14. Le cronache ci raccontano di manine che cancellavano le multe a consiglieri comunali, assessori regionali e deputati. I semplici cittadini, invece, si ribellano non pagando. Al prossimo sindaco consigliamo razionalizzare l'attività dei vigili urbani».