Minaccia mendicante e le punta una pistola alla testa: denunciato

0
52
 

La vista di quella mendicante seduta a terra con i figli e i nipotini gli ha fatto perdere il controllo, a tal punto da decidere di compiere un gesto estremo per cacciarli definitivamente dalla strada. Così, un pregiudicato 48enne originario della provincia di Sassari, ma da tempo residente a Roma, nel pomeriggio di ieri, in largo Padre Leonardo Bello, nei pressi della chiesa di San Tarcisio si è avvicinato alla donna, una cittadina romena di 52 anni che si trovava a mendicare insieme ai figli maggiorenni e ai nipotini di 2 anni, e dopo averle puntato una pistola alla testa, le ha intimato di allontanarsi e di non farsi più vedere nella zona, minacciandola, in caso contrario, di fargliela pagare.

Non contento, ha rivolto l’arma verso i figli della donna e i nipotini, rinnovando loro le stesse minacce. Visto il parapiglia che si era generato, alcuni passanti, alla vista della pistola, hanno immediatamente contattato i carabinieri. Giunti sul posto, i militari hanno raccolto la testimonianza delle vittime e la descrizione dell’uomo, che nel frattempo si era allontanato a piedi.

Il 48enne è stato rintracciato mentre stava camminando  verso la sua abitazione. Durante la perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso della pistola utilizzata per spaventare i mendicanti, risultata essere un’arma a salve con la canna otturata, perfetta replica delle armi in dotazione alle forze dell’ordine, dalla quale era stato tolto il previsto tappo rosso. La pistola è stata sequestrata mentre l’uomo è stato deferito all’autorità giudiziaria con le accuse di minaccia aggravata e porto di armi e oggetti atti ad offendere.