Albano, pizzaiolo arrotondava spacciando hashish

0
22
 

Ancora un arresto di un commerciante che arrotondava le scarse entrate della sua pizzeria con la vendita di hashish ai giovani del centro di Albano. Sabato scorso intorno alle 11 il pizzaiolo, 19 anni, incurante dell'orario e di trovarsi davanti la sua attività nel centro cittadino, è stato notato da un equipaggio della squadra anticrimine del commissariato di Albano Laziale a bordo di un'auto civetta, mentre cedeva una dose di stupefacente ad un giovane della città castellana.

Prontamente bloccati dagli agenti, i ragazzi sono stati controllati e perquisiti. Questo ha permesso di rinvenire nelle tasche dei pantaloni dell'acquirente una dose di hashish nonchè la banconota con la quale stava pagando lo spacciatore e che aveva cercato di nascondere all'arrivo degli agenti. Gli agenti intervenuti, con l'ausilio di altro personale del commissariato, hanno effettuato la perquisizione all'interno della pizzeria, rinvenendo in uno stanzino un panetto di 50 grammi di hashish, un bilancino di precisione e denaro contante, l'incasso dello spaccio.

 Il Tribunale di Velletri, dopo aver convalidato l'arresto, ha sottoposto il giovane alla misura cautelare dell'obbligo di firma presso il commissariato di Albano, in attesa del processo. Il giovane acquirente è stato segnalato all'ufficio per le tossicodipendenze della Prefettura di Roma.