Settebagni, lasciano figlio di 2 mesi in auto per giocare alle slot machine: denunciati

0
20
 

Hanno lasciato il figlio, un bimbo di 2 mesi, all’interno della loro auto per poi andare a giocare alle slot-machine. L’episodio è accaduto sabato mattina in via di Settebagni.

I due genitori sono arrivati intorno alle 6 del mattino fermandosi all’interno del parcheggio antistante un noto locale. Il primo ad entrare in sala-slot è stato il padre seguito dopo pochi minuti dalla madre, la quale, dopo aver allattato il neonato, lo ha riposto dentro la culla sul sedile posteriore lasciandolo da solo chiuso nell’auto.

Scena quest’ultima notata da una guardia giurata in servizio presso il locale che ha chiesto spiegazioni alla donna che gli ha riferito che stava andando a chiamare il marito. Una volta all’interno della sala però la stessa guardia giurata ha notato che i due genitori, entrambi intenti a giocare alle “macchinette”, non si preoccupavano minimante di loro figlio chiuso in auto nel parcheggio.

Trascorsi 10 minuti, e d’accordo con il direttore di sala, ha così deciso di allertare il “113”. Sul posto la sala operativa della questura ha immediatamente inviato sul posto due pattuglie segnalando agli agenti la delicatezza della situazione. Quando i poliziotti del reparto volanti e del commissariato Fidene-Serpentara sono arrivati, constatando l’effettiva presenza del neonato chiuso all’interno dell’auto, hanno immediatamente imposto ai genitori l’apertura dell’autovettura per verificare lo stato di salute del bimbo, fortunatamente in buone condizioni.

Identificati per M.A., 26enne già noto alle forze di polizia, e L.I. 30enne, entrambi romani, sono stati denunciati per il reato di abbandono di minore.