Area Casilina, uomini violenti: tre donne aggredite

0
31
 

Maltrattamenti in famiglia, estorsione e resistenza a pubblico ufficiale. Queste le accuse cui dovrà rispondere un 24enne di Palestrina, arrestato dai carabinieri al termine dell’ennesima aggressione comminata ai danni della madre all’interno delle mura domestiche. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine e con diversi problemi legati all’utilizzo di sostanze stupefacenti, martedì pomeriggio ha minacciato la donna, intimandole di consegnargli il denaro necessario per acquistare una dose: una volta incassato un secco rifiuto è passato alle vie di fatto, colpendo ripetutamente la madre con violenti schiaffi al volto, fino a stordirla.

E’ stata la stessa vittima 59enne, approfittando di un attimo di distrazione del figlio, a contattare telefonicamente i carabinieri, sopraggiunti poco dopo presso l’abitazione situata al centro del comune prenestino. Quando i militari hanno fatto ingresso in casa il giovane li ha prima minacciati e poi aggrediti, nel tentativo di guadagnare la fuga, ma non è riuscito a sfuggire all’arresto.

La madre, invece, una volta dimessa dall’ospedale con quindici giorni di prognosi per contusioni varie a viso, collo e spalle, ha trovato il coraggio di formalizzare querela nei suoi confronti, raccontando alle divise una situazione non più sostenibile, fatta di continue vessazioni subite da parte del figlio tossicodipendente.

Un altro episodio di violenza domestica si è consumato a San Cesareo dove un anziano pensionato del luogo, al termine di un’accesa discussione nata da futili motivi, con un coltello da cucina ha ferito alla schiena la moglie, una 60enne di origine polacca: al 73enne, processato per direttissima per lesioni personali, è stato notificato il divieto di avvicinare la consorte.

Un pomeriggio da incubo l’ha vissuto anche una 54enne operaia, aggredita da un 17enne alla stazione di Zagarolo mentre cercava di entrare in auto: il minore le ha puntato un coltello alla gola per costringerla a consegnargli la borsa, ma la donna è riuscita a scappare e ad allertare i carabinieri, che hanno trovato il ragazzo mentre si aggirava ancora all’interno del parcheggio, portando con sè la lama con la quale aveva tentato la rapina. Dopo le formalità di rito, il minore è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza di Roma.

Diego Cappelli