Sos degrado: spazzatura abbandonata in strada

0
31
 

È emergenza rifiuti anche in Municipio XI (ex XV). Cumuli di spazzatura depositati in strada e cassonetti in larga parte stracolmi soprattutto nei quartieri di Marconi, Portuense, Trullo e Magliana. Il problema ha investito soprattutto le aree periferiche di un territorio già messo a dura prova nei mesi scorsi dall'ipotesi discarica nella vicina Valle Galeria. A lanciare l'allarme è la massima carica del Municipio Gianni Paris: «E’ paradossale che nel territorio di Arvalia–Portuense si verifichi una situazione di totale abbandono e i cassonetti non vengono svuotati da giorni. I cittadini sono esasperati».

A girare per le strade la situazione è critica e i residenti confermano. «Sono settimane che si va avanti così – racconta un abitante di via Frattini nel Portuense – anche se questa mattina (ieri ndr) ho constatato finalmente il passaggio dell'Ama». In seguito alla segnalazioni, infatti, potrebbe essere scattato un intervento straordinario di raccolta da parte della municipalizzata. Ma se alcuni cassonetti sono stati svuotati, i rifiuti abbandonati nelle loro vicinanze sono ancora tutti lì. E causano lo sdegno e le rimostranze dei cittadini. Lamentele, nelle ultime ore, arrivano anche dai residenti del quartiere Marconi.

«Spesso rimane per strada perché non possiamo tenerci la spazzatura in casa. Se troviamo i cassonetti pieni, l'unica soluzione è lasciare i rifiuti nelle vicinanze delle aree di raccolta». La zona di Marconi, in particolare, dal 2010 è parte della sperimentazione del progetto “Punti Mobili” di raccolta. Il sistema ha portato alla rimozione dei bidoni per l'indifferenziata e ciò aveva provocato alcuni disagi agli abitanti. Il Municipio, inoltre, è una delle aree individuate dall'Ama per la sperimentazione del sistema porta a porta sottoscritto da Roma Capitale, Ama e Conai con il contributo del ministero dell’Ambiente.

«E’ importante curare la qualità della vita dei quartieri dove la gente vive” prosegue il minisindaco Paris attraverso un comunicato: «C’è una città più vasta del solo centro storico. In tutti i quartieri, i cittadini meritano decoro e servizi appropriati». Il 10 aprile, intanto la discarica di Malagrotta ha chiuso i battenti per i rifiuti non trattati. Il 30 giugno scatterà la chiusura definitiva. Nessuna proroga. Con la speranza che non scattino ripercussioni anche sull'emergenza del territorio di Arvalia Portuense.

Eliot