Termini, stazione sorvegliata speciale: 13 denunce

0
51
 

Nei giorni scorsi decine di carabinieri della compagnia Roma Centro, della compagnia di Intervento Operativo dell’8° Reggimento “Lazio” e del 4° Battaglione “Veneto” hanno passato al setaccio l’intera area dello scalo ferroviario di Termini e le vie circostanti. Il bilancio è di 13 persone denunciate a piede libero: dieci di queste – perlopiù cittadini romeni – devono rispondere di inosservanza del foglio di via obbligatorio dal Comune di Roma.

Le altre tre denunce hanno colpito una cittadina romena di 36 anni, sorpresa a chiedere l’elemosina esibendo in strada il proprio figlio neonato, un senza fissa dimora 23enne di origini francesi, trovato in possesso di un coltello a serramanico, e un 21enne romeno, domiciliato ad Aprilia, bloccato subito dopo aver trafugato degli articoli di bigiotteria all’interno del negozio “Coin” del Forum Termini.

I carabinieri hanno anche sanzionato 7 cittadini del Bangladesh, venditori ambulanti abusivi, “pizzicati” mentre stavano offrendo la loro mercanzia ai passanti. Le bancarelle sono state sequestrate: con loro anche 232 articoli tra occhiali da sole, cover per cellulari, ombrelli, cappelli e portafogli.

Una sanzione amministrativa è stata emessa anche nei confronti di un parcheggiatore abusivo sorpreso ad esercitare la sua “attività” in via Marsala. Multate altre 7 persone, tra italiani e stranieri di varie nazionalità, che in barba alle vigenti disposizioni in materia di trasporti ferroviari, stavano chiedendo delle offerte di denaro dopo aver offerto “assistenza” ai viaggiatori che dovevano servirsi delle biglietterie elettroniche “self-service” per l’emissione dei titoli di viaggio.