Ostia, in manette per maltrattamenti in famiglia torna a casa e picchia genitori

0
34
 

Era stato arrestato dai carabinieri nella mattinata di ieri per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. Condotto davanti al Tribunale, il suo arresto era stato convalidato ma era poi stato scarcerato.

Tornato presso la sua abitazione,  il 29enne italiano, ha immediatamente ripreso a picchiare la madre, colpendola con calci, pugni e con una bottiglia, passando poi a colpire anche il padre, intervenuto per difendere la donna. Quando gli agenti del commissariato di Ostia, chiamati a seguito delle urla provenienti dall’appartamento, sono giunti poco dopo sul posto, hanno trovato i due che si stavano ancora picchiando.

Riusciti con non poca difficoltà a dividerli e a riportare la calma, è apparso subito palese che il giovane era palesemente sotto i fumi dell’alcol, a causa della ingestione di un cocktail di whisky e vino, come da lui stesso riferito agli agenti. L’uomo, prima di essere condotto in ufficio, ha rivolto per l’ennesima volta delle pesanti minacce ai genitori. Pertanto, al termine degli accertamenti, il 29enne è stato arrestato, mentre la madre è dovuta ricorrere alle cure dei sanitari dell’ospedale G.B. Grassi, che le hanno prestato le cure del caso, giudicandola guaribile in 20 giorni.