«Migliaia di corse soppresse», la denuncia di Valeriani

0
45
 

«Non c’è solo il trasporto pubblico di superficie a evidenziare una riduzione del servizio e un aumento dei disagi già nei primi mesi del 2013. Metropolitane e ferrovie ex-concesse, infatti, hanno registrato migliaia di corse soppresse per carenza di personale, guasti tecnici e malfunzionamenti dovuti alla mancanza di manutenzione e a un parco rotabile vetusto e insufficiente a garantire il regolare servizio di linea».

Lo dichiara Massimiliano Valeriani, vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio: «In particolare, nel primo quadrimestre dell’anno solo sulla metro B-B1 ci sono state oltre 6.000 corse soppresse a fronte delle oltre 70.000 previste, vale a dire una perdita del 9% del trasporto, mentre sulla ferrovia Roma-Giardinetti si è registrata una riduzione record del servizio: oltre 5.600 corse rispetto alle 44.000 programmate con una perdita del 13% del trasporto.

Nel solo mese di gennaio, inoltre, la linea Roma-Viterbo ha visto la cancellazione di oltre 1.160 corse a fronte delle 4.778 previste nella tratta urbana Flaminio-Montebello: una diminuzione del 25% del servizio, in pratica è stata soppressa una corsa su quattro».