Bravetta, rende impossibile la vita dei condomini: arrestato

0
27
 

Un cittadino romeno di 44 anni che, da diverso tempo, con diverse azioni intimidatorie, seguite in molti casi da minacce verbali ed insulti, danneggiamenti a cose private e comuni, aveva reso impossibile la vita a diverse famiglie ed in modo particolare ad una coppia di anziani coniugi dello stabile dove vive, è stato arrestato dai carabinieri. Al termine di un’attività d’indagine, i carabinieri gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per il reato di stalking.

I militari a seguito di diverse denunce presentate da alcuni condomini di uno stabile di 6 piani di via Silvestri a Bravetta, dove l’uomo risiede, hanno eseguito immediati accertamenti per verificare la situazione. Azioni che hanno spinto le persone coinvolte a modificare le proprie abitudini di vita, evitando il più possibile di entrare in contatto con l’uomo oppure a tal punto di evitare di invitare parenti o amici a casa per paura di ripercussioni, su quest’ultimi.

L’uomo spesso urinava negli spazi comuni del condominio oppure raccoglieva sterpaglie e le bruciava nell’androne o sulle scale, in un caso è risuscito addirittura a spostare una grossa fioriera che ha poi posto davanti all’auto, di una coppia ospite di una famiglia, bloccandola ed impedendogli l’uscita. Il figlio di un condomino era talmente terrorizzato dallo straniero che piangeva ogni volta che lo incontrava per strada.

Tutte azioni che i militari hanno documentato e riportato nero su bianco in un’informativa inviata all’autorità giudiziaria. Il Tribunale di Roma concordando pienamente con le indagini condotte dai militari ha così emesso l’ordinanza restrittiva, con l’accusa di stalking, che i militari ieri mattina hanno notificato all’uomo. Successivamente è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’autorità giudiziaria.