Sos servizi sociali a Tor Bella Monaca

0
124
 

Servizi sociali in rivolta nel Municipio VI (ex VIII). Dal 14 maggio scadono i contratti di 7 assistenti sociali sui 25 in servizio, e il Comune non li rinnoverà perchè ha deciso di non rifinanziare il progetto.

«Stiamo parlando del 30 per cento di assistenti sociali in meno, e nei prossimi mesi scadono altri 7 contratti che non saranno rinnovati», spiega Armando Morgia della Cgil. Il tutto a Tor Bella Monaca, nel Municipio di Roma a più alto tasso di disabili e di disagio sociale, con le liste d'attesa che traboccano.

Gli assistenti sociali sono ora in assemblea permanente da lunedì, e nella prossima settimana è previsto un presidio al Dipartimento Politiche Sociali per chiedere il rifinanziamento del progetto. Il Municipio VI, nonostante le esigenze del territorio, da 4 anni non ha una persona che si occupi esclusivamente del sociale, il presidente Lorenzotti detiene infatti le deleghe da quel 2009 in cui fece fuori l'assessore Romano Amato.

E, seppure i tagli sono addebitabili alle finanziarie degli ultimi governi e alla Giunta Polverini, il centrosinistra denuncia la scarsa attenzione ai più deboli e l'incapacità di programmazione della Giunta Lorenzotti. «Abbiamo denunciato tempo fa la mancanza di fondi, ora quella che era una bomba a orologeria è esplosa a causa della malagestione di Lorenzotti. – spiega il capogruppo Pd Fabrizio Cremonesi – Un'amministrazione che si muove solo in base al consenso elettorale, così mentre si spendono 140mila euro l'anno per un progetto, pur lodevole, come “Ginnastichiamo”, che fa fare ginnastica anche agli anziani che potrebbero permettersi le migliori palestre, si taglia sui più deboli in un Municipio con migliaia di persone in lista d'attesa».

Sempre nel Municipio VI ha preso il via la riforma dell'assistenza domiciliare targata Belviso, con quel che comporta in termini di riduzione delle ore di assistenza ai disabili. Tagli su tagli insomma, denuncia David Nicodemi, candidato nella Lista Civica per Marino: «Basti guardare l’ultimo bilancio di Roma Capitale, capitolo Municipio VI: 370mila euro in meno per l'assistenza domiciliare ai disabili e 487mila in meno per quella nelle scuole».

Gianluca Peciola, candidato di Sinistra Ecologia e Libertà all’elezione dell’Assemblea Capitolina di Roma Capitale rincara la dose: «Gli assessori Belviso e Cavallari ascoltino le richieste degli operatori sociali e garantiscano il reintegro del personale e il rinnovo deI progetto in scadenza. Quello che sta succedendo a Tor Bella Monaca è il risultato di anni di cattiva amministrazione e di scarsa attenzione per le periferie romane. In territori come Tor Bella Monaca, in cui il disagio sociale è più forte, bisogna potenziare la diffusione di servizi alla persona, con particolare riferimento ai giovani. Gli operatori sociali devono potersi trovare nelle migliori condizioni per poter prestare la loro attività».

Davide Lombardi