Pisana, rubavano scooter per poi smontarli e rivendere i pezzi: tre denunce

0
28
 

Dopo alcuni mesi di appostamenti, gli investigatori del commissariato Monteverde, hanno scoperto ieri alla Pisana una vera e propria officina a cielo aperto dove gli scooter, rubati prevalentemente nella zona, venivano smontati. Le indagini sono partite a seguito di una serie di furti avvenuti negli ultimi mesi, che hanno messo in allarme gli agenti del commissariato.

Le indagini hanno permesso di individuare la base operativa in un casale su via della Pisana, sul retro della quale si trovava l’”officina”. Nella giornata di ieri gli agenti hanno fatto irruzione all’interno e hanno sorpreso 3 persone intente a smontare uno dei mezzi appena rubati. Alla vista dei poliziotti due uomini sono fuggiti, ma il terzo è stato fermato. Dalle indagini è emerso che i tre, tutti cittadini marocchini, rubavano e immediatamente smontavano gli scooter. I singoli pezzi, poi, venivano subito imballati e stipati in un piccolo magazzino accanto alla cascina, in attesa di essere rivenduti.

I furti degli scooter venivano effettuati caricando i mezzi su un furgone, anch’esso ritrovato parcheggiato nelle vicinanze. Fatti i dovuti accertamenti gli agenti sono risaliti all’identità anche dei due complici dileguatisi. I tre connazionali sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria con l’accusa di furto e ricettazione.