Paura a Palazzo Chigi: uomo armato fa fuoco ferendo due carabinieri

0
22
 

Panico nella Capitale durante la cerimonia di giuramento del governo Letta. Un uomo in giacca e cravatta ha estratto una pistola e ha aperto il fuoco davanti Palazzo Chigi. Due carabinieri sono rimasti feriti, uno al collo e uno alla gamba. Uno dei due militari sarebbe in gravi condizioni. Nella sparatoria è rimasta ferita di striscio anche una donna incinta.

Immediatamente è scattato lo stato di massima sicurezza. L’uomo armato che aveva fatto fuoco è stato immobilizzato. Si tratterebbe di Luigi Preiti, originario di Rosarno, in Calabria, ma residente in Piemonte.

Centinaia di auto delle forze dell'ordine hanno circondato Palazzo Chigi. Sul posto è giunto anche Gianni De Gennaro, sottosegretario ai Servizi segreti del governo Monti. L'area della sparatoria è stata transennata e le forze dell'ordine hanno fatto defluire la folla. Il Quirinale è stato evacuato e sono state rafforzate le misure di sicurezza attorno ai palazzi istituzionali e negli obiettivi sensibili.

Contrariamente a quanto riportato fino ad ora da diversi mezzi di informazione, il fermato non avrebbe alcun precedente per “turbe psichiche”. È attualmente in corso il suo interrogatorio.

I capigruppo del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi e Roberta Lombardi, hanno diffuso un comunicato per condannare l’attentato e Beppe Grillo ha scritto sul suo blog un post di solidarietà nei confronti delle forze dell’ordine.