Fiumicino, scoperto traffico di cocaina dal Sudamerica

0
26
 

Un narcotrafficante 60enne di origini portoghesi, appartenente ad un’organizzazione dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, è stato arrestato dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia Roma Trastevere. L’attenzione sull’uomo è ricaduta nel corso di un’indagine dei carabinieri, avviata nel dicembre del 2007, sul conto di un gruppo criminale, che contava su numerose basi tra il Brasile, l’Argentina e la Bolivia, capeggiato da cittadini di origini nigeriane dediti al traffico internazionale di cocaina.

Il 60enne, già nel marzo del 2008, fu arrestato dal personale dell’Interpol e dalle locali forze dell’ordine, su segnalazione fatta dai carabinieri, all’aeroporto di San Paolo del Brasile. Il narcotrafficante si presentò all’imbarco di un volo diretto ad Amsterdam con 11 Kg di cocaina nascosti nel doppio fondo della sua valigia. Per questo motivo è stato condannato a 9 anni di reclusione in Brasile.

Inoltre, a seguito della richiesta di estradizione inoltrata dalla magistratura della Capitale, questa mattina l’uomo è giunto, scortato da personale dell’Interpol, all’aeroporto intercontinentale “Leonardo Da Vinci” di Fiumicino dove i carabinieri della compagnia Roma Trastevere con personale della polaria e dei carabinieri della compagnia aeroporti di Roma gli hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere in relazione alla complessa indagine portata avanti dagli uomini dell’Arma.

Negli oltre 5 anni di attività investigativa sul sodalizio criminale, i carabinieri hanno arrestato 11 persone in flagranza di reato, eseguito 32 misure cautelari in carcere, sequestrati ingenti quantitativi di droga e beni mobili ed immobili per un valore di oltre 5.000.000 di euro.