Finale Coppa Italia, Pecoraro: «L\’obiettivo è che la partita si svolga in modo sereno»

0
37
 

Relativamente alla finale di Coppa Italia tra Roma e Lazio, "l'obiettivo è fare in modo che la partita si svolga nella massima serenità, soprattutto per gli spettatori e la gente comune". Così il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, a margine del convegno Eurispes sul rapporto "Roma sicura". "Sono certo – ha sottolineato Pecoraro – che abbiamo tutti lo stesso obiettivo: che la partita si svolga nella massima serenità.

La finale di Coppa Italia è una festa, tra l'altro è la prima volta che Roma e Lazio si incontrano per giocarla". Pecoraro ha anche ricordato di aver "chiesto la collaborazione della Lega e delle società". In particolare, "ho mandato una lettera alla Lega e alle societa romane di calcio. Aspetto la risposta e so che la prossima settimana si riuniranno per decidere. Sono certo che ci sarà buon senso da parte di tutti e troveremo certamente un accordo sulla disputa della partita, sugli orari e sul giorno". Secondo il questore di Roma, Fulvio della Rocca il derby di Coppa Italia "deve essere una grande occasione per una dimostrazione di civiltà da parte della città perchè è un evento unico".

Per il questore, "durante L'ultimo derby francamente non è successo nulla di diverso dal derby di andata. I tentativi di scontro sono stati gli stessi respinti senza contatto tra forze dell'ordine e manifestanti, ma la situazione è sempre sotto controllo". "Certamente ci sono personaggi che vedono il calcio come momento di esibizione personale – ha aggiunto – e certamente dobbiamo contrastre" questo atteggiamento. Ma per questa partita "ci deve essere il coinvolgimento della società civile oltre che delle società di calcio: se già stamattina escono i titoli sui giornali che parlano di città blindata per rischio scontri, non andiamo da nessuna parte. Andiamo solo a caricare di negativo ciò che di negativo non deve essere".

Per il sindaco Gianni Alemanno "considerando che ci sono le elezioni e considerando che è un Derby e che in passato ci sono stati episodi brutti, credo che sarebbe importante anticipare di una settimana la partita. Posticipare non si può perchè si arriverebbe al 2 giugno – ha aggiunto Alemanno – anticipare secondo me è fattibile e sarebbe un atto di buon senso". Alemanno ha fatto presente che "superato questo momento dell'elezione del presidente della Repubblica, valuterò se formalizzare questa richiesta sia alla Lega sia al Ministro. Credo – ha aggiunto – che sia anche gusto anticipare l'orario della partita".