Roma, torna la ztl al Gazometro: ricominciano le polemiche

0
31
 

La Ztl notturna decisa per i fine settimana nella zona del Gazometro, dopo uno stop dovuto alla mancanza di fondi, è ricominciata. E sono ricominciate le polemiche.

Venerdì 12 aprile le automobili della polizia di Roma Capitale sono tornate a presidiare l’accesso alla zona, impedendo l’ingresso ai non residenti e causando un traffico intenso su tutta la via Ostiense. Gli agenti in servizio non rilasciano dichiarazioni sulla ripresa dell’attività straordinaria, ma commercianti e cittadini non esistano a dimostrare la propria insofferenza verso una misura che fin dai primi giorni si è rivelata impopolare.

Maurizio, venuto da Castel Giubileo per assistere ad un concerto lamenta la mancanza di informazioni. «Non era neanche scritto sui display luminosi del Comune, pensavo che ormai fosse sospesa e ho passato quasi un’ora a cercare parcheggio, mi sono perso l’inizio del concerto ed ho dovuto dare due euro ad un tizio poco raccomandabile».

La piaga dei parcheggiatori abusivi continua ad essere una delle principali fonti di malcontento degli utenti che si chiedono come possa verificarsi a pochi metri dalle pattuglie del Comune. Per gli esercenti la ztl non aiuta gli affari: «Se continua così dovrò licenziare due dipendenti», afferma il proprietario di un bar. Un cliente che vive nella “zona rossa” si lamenta della mancanza di sicurezza «non c’è mai una pattuglia e le strade sono in un degrado continuo, quest’area ha problemi gravi che a poche settimane dalle elezioni cercano di coprire con un po’ di fratini catarifrangenti».

Alle tre del mattino si riaprono i varchi, restano bottiglie di vetro, catene di biciclette rubate e malcontento, le auto della municipale tornano alla base, la prossima settimana, forse, torneranno.

fme