Veterani, eretici (e grillini): le amministrative in provincia di Roma

0
24
 

Elezioni amministrative del 26 e 27 maggio, meno 45 giorni all’alba. Nella provincia di Roma sono 16 i Comuni che si stanno preparando al voto: la maggior parte per il rinnovo naturale del mandato amministrativo, i restanti hanno voglia di rimettersi in carreggiata dopo la batosta del commissariamento.

Nelle città dunque imperversano le manovre elettorali: dalla minuscola Roccagiovine, paesino di meno di 300 anime alle grandi Pomezia, Fiumicino e Velletri. E proprio nella città castellana le ultime settimane sono state dense di novità: alla schiera di candidati ufficiali infatti si sono aggiunti il sindaco uscente Servadio (dato per scontato da tempo), Felci di Casapound e Pontecorvi, sostenuto da lista Cuore Nuovo per Velletri.

Nella città dell’aeroporto da Vinci, invece, il dopo Canapini se lo contenderanno soprattutto in due: il sempreverde piddino Esterino Montino e per il centrodestra, che ha scelto la via del rinnovamento, il presidente del Consiglio Gonnelli. A Pomezia, ancora sotto shock per il commissariamento, settimana attivissima per il Movimento Cinque Stelle e il suo “portavoce” sindaco Fabio Fucci alla caccia di firme per la presentazione delle firme. Anche per la consorella litoranea Anzio, questi sono giorni da brivido. Nel centrosinistra il nome si sa da tempo ed è quello di Bernardoni; ancora più a sinistra c’è poi Pollastrini, sostenuto da Idv e Prc. Dall’altra parte della barricata, invece, ferve la polemica per il doppio binario, incamerato dal centrodestra anziate: il Pdl con tutta probabilità ricandiderà il primo cittadino uscente Bruschini e quindi Candido De Angelis potrebbe correre in solitaria, o meglio con l’ausilio di Fratelli d’Italia e La Destra.

Ore concitate pure sul versante casilino-prenestino. A Valmontone tra gli ultimi arrivati nella lista dei papabili c'è il piddino Francesco Colucci, appoggiato da un centrosinistra compatto e da Valmontone Futura, ai più famosa per la presenza degli ex consiglieri che hanno sfiduciato la vecchia Amministrazione, dando così il la al commissariamento. Colucci, tra gli altri, se la dovrà vedere contro la lista di Alberto Latini, quella di Piero Attiani e i grillini. A Gallicano nel Lazio, altresì, tra coloro che si contenderanno la poltrona del Municipio c’è Mario Galli, considerato dalla lista civica Progetto Comune “un ragazzo al di sopra delle logiche di partito paesane; quelle stesse logiche – dicono – che stanno rendendo Gallicano sempre più un paese dormitorio”.

Clima caldo a San Cesareo, dove proprio domenica si svolgeranno le primarie per il candidato sindaco del centrosinistra: Centra, Bellia, Bianchi e Scacco sono le personalità in lizza. Il vincitore sfiderà la lista del primo cittadino uscente Panzironi. Quali le altre città pronte alle urne? Oltre a Roma, figurano Affile, Cerreto laziale, Cervara di Roma, Magliano romano, Nettuno, Sacrofano e Santa Marinella.

Marco Montini