Emergenza Casa: Prosegue lo tzunami delle occupazioni

0
19
 

Dopo la giornata di mobilitazione per il diritto all’abitare di ieri, stamattina Roma si è svegliata con una nuova occupazione.

Lo stabile, inutilizzato e di proprietà del comune, si trova a San Lorenzo in via dei Peligni, non molto lontano da via dei Corsi dove abitano alcuni inquilini dell’Ater che si oppongono alla vendita delle proprie case.

“Ripubblicizzare uno spazio, sottrarlo alle speculazioni e al degrado in cui è immersa la nostra città” la motivazione dell’azione di protesta. Come spiegano i movimenti in un comunicato, l’occupazione è stata decisa in “un percorso costruito con Ripubblica, rete di collettivi sociali nata sulla scia dell’esperienza dei comitati per l’acqua pubblica” che ha portato anche  all’occupazione del Cinema America a Trastevere del novembre scorso.

“Vogliamo prendere esempio da chi ha occupato i teatri dismessi, da chi licenziato prova ad autogestire la propria fabbrica; da chi ha impedito in prima persona la costruzione di nuovi nocivi inceneritori; da chi ha occupato la propria scuola o facoltà per renderla accessibile a tutti e tutte” hanno spiegato i movimenti.

Oggi pomeriggio alle 17, nello stabile occupato, è stata indetta un’assemblea pubblica.