Idi, sottratti 14 mln: arrestato Padre Decaminada

0
59
 

Tre arresti e 14 perquisizioni domiciliari e locali sono stati effettuati questa mattina dalla Guardia di Finanza per il dissesto finanziario dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata (IDI). I provvedimenti emessi dal Gip di Roma riguardano padre Franco De Caminada, consigliere delegato dell'Idi fino al dicembre 2011 e due dei suoi principali consulenti e collaboratori: Domenico Temperini, già direttore generale di Elea Fp e con incarichi anche all'Idi e Antonio Nicolella ex agente dei servizio segreti già in Gladio, scelto dallo stesso De Caminada per alcune operazioni tra cui la costituzione di uan società in Congo per lo sfruttamento dei diritti petroliferi.

Domenico Temperini è stato portato in carcere mentre per padre Franco Decaminada e Antonio Nicolella sono scattati gli arresti domiciliari. 

I reati contestati ai tre arrestati vanno dall’appropriazione indebita aggravata alla bancarotta patrimoniale fraudolenta, dall’emissione ed utilizzo di fatture false all’occultamento delle scritture contabili; altre 10 persone sono state denunciate, inoltre, a vario titolo, per i delitti di riciclaggio, emissione ed utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, occultamento delle scritture contabili ed appropriazione indebita.

E' stato inoltre posto sotto sequestro un immobile, denominato “Ombrellino”, sito in Magliano in Toscana (GR), del valore di oltre 1 milione di euro, acquistato, in massima parte, con denaro provento di reato. Sono in corso, altresì, 14 perquisizioni domiciliari e locali, presso abitazioni private ed uno studio commerciale e notarile, tutte in provincia di Roma, con l’impiego di circa 50 militari.

Le investigazioni, rientranti nell’operazione denominata “Todo Modo”, hanno consentito di accertare condotte di spoliazione, per un totale di 14 milioni di euro circa, realizzate, con modalità differenti, dai tre soggetti destinatari dei provvedimenti cautelari.