Porta Tiburtina, prendono in ostaggio direttore per rapinare banca: arrestati

0
21
 

::ROMA:: I malviventi prima di uscire dalla filiale hanno visto dalle vetrate che gli uomini in divisa li stavano aspettando. A quel punto uno dei due rapinatori è tornato indietro ed ha preso in ostaggio il direttore dell’istituto di credito e sempre sotto la minaccia della pistola lo ha costretto a seguirlo per coprirsi la fuga. Gli agenti per salvaguardare l’ostaggio non sono intervenuti, ma hanno seguito a distanza il bandito che, durante il tragitto, ha anche cercato di rapinare un automobilista dell’auto e un operatore dell’Ama del mezzo su cui viaggiava. Proprio in questo secondo frangente i poliziotti del Reparto Volanti della Questura, diretti dal dr. Eugenio Ferraro, sono intervenuti approfittando di un momento di distrazione del malvivente, lo hanno bloccato, disarmato della pistola e privato dei 2.500,00 euro in contanti che teneva nascosti sotto il giubbotto.

Nel frattempo, gli agenti del Commissariato San Lorenzo, diretto da Giovanna Petrocca, rimasti davanti alla banca, sono riusciti ad entrare ed a fermare anche il secondo rapinatore. Condotti presso gli uffici del Commissariato San Lorenzo, sono stati identificati per G. D. di 30 anni e G.R. 42, quest’ultimo, oltre che della rapina dovrà rispondere anche del sequestro del dirigente di Banca e del porto abusivo di arma .
La refurtiva è stata recuperata, mentre il direttore, a causa dello shock subito e di alcune escoriazioni riportate durante il sequestro, dopo alcune dichiarazioni rilasciate agli investigatori, è stato accompagnato in ospedale per le cure del caso. Sono ancora in corso tutti gli accertamenti relativi alla pistola calibro 7,65 semiautomatica sequestrata ai rapinatori, per individuarne la provenienza e l’eventuale impiego in altri fatti delittuosi.