Roma Portuense, viveva in appartamento tra rifiuti e sporcizia: 80enne ricoverato

0
21
 

Sembrava il set di un film dell’orrore quello che si è rivelato questa mattina agli agenti del nucleo assistenza Emarginati del XV Gruppo. I vigili sono intervenuti in collaborazione con l’ufficio tecnico del Municipio per dare esecuzione a un provvedimento emesso dal dipartimento dei servizi sociali per motivi igienico-sanitari. Sporcizia ai limiti dell’inverosimile, cumuli di rifiuti di ogni genere che bloccavano il passaggio occupando stanze e corridoi.

Materiale deperibile, come avanzi alimentari, cibo scaduto e immondizia, che, in locali senza aerazione, produceva un fetore insopportabile che si diffondeva per il resto del condominio. Raccapricciante anche la moltitudine di insetti di varie dimensioni che popolava la casa. Per l’intervento gli agenti hanno dovuto indossare tuta, guanti e mascherine. Al centro di questa storia di degrado e disagio un uomo ultraottantenne e le sue ossessioni.

Non è la prima volta che i condomini e l’amministratore denunciavano il pericolo per la pubblica salute e quello odierno è solo l’ultimo dei provvedimenti emessi dalle autorità. Saranno necessari almeno due giorni agli operatori dell’Ama per bonificare l’intero appartamento e il suo giardino. Tra le migliaia di oggetti ammassati tra le immondizie i vigili hanno rinvenuto e sequestrato anche una carabina calibro 20 con dodici cartucce. In un precedente intervento era stato trovato nel frigorifero addirittura un gatto in avanzato stato di decomposizione. L’anziano è stato ricoverato all’ospedale San Camillo per le gravi condizioni di salute.