Accordo tra Luce-Cinecittà e circoli cinematografici per promuovere film e documentari

0
31
 

Siglato a Roma un nuovo accordo quadro tra Luce-Cinecittà e il co-ordinamento delle associazioni e circoli cinematografici italiani. Una library di decine di film e film documentari più facilmente a disposizione di un circuito di 1500 circoli, per 800 realtà locali del Paese. "Il cinema come luogo, non solo come consumo di un film; come momento di aggregazione, di scambio di visioni, una finestra su un mondo. Un momento privilegiato in cui le persone che vedono un film producono senso e significati proprio come le persone che lo hanno realizzato. Il cinema come l’incontro tra queste persone". A comunicarlo in una nota, Luce – Cinecittà. 

"Con questa istanza ideale come concreta ipotesi di lavoro Luce – Cinecittà si unisce in un accordo – prosegue la nota – con le realtà riunite nella sigla delle Associazioni Nazionali di Cultura Cinematografica – Aanncc per facilitare e promuovere la diffusione di film, film documentari e opere prime e seconde, insieme a un’attività di incontri, dibattiti, corsi e pubblicazioni.

Decine di titoli dalla grande library di Luce-Cinecittà, un segmento importante di storia del cinema italiano, insieme agli sguardi dei nuovi autori e a film della migliore produzione documentaristica. Un patrimonio audiovisivo messo a disposizione di una straordinaria rete di spazi per la visione come quella dei cinecircoli e associazioni cinematografiche: un insieme di 1500 sedi dislocate sul territorio in 800 realtà locali.

Una presenza fondamentale, in alcuni casi pluridecennale, rappresentata dalle sigle dell’Aanncc: Ancci – Associazione nazionale circoli cinematografici Italiani, C.g.s. – Cinecircoli Giovanili Socioculturali; Cinit Cineforum Italiano, Csc Centro Studi Cinematografici, Fedic Federazione Italiana dei Cineclub, Fic Federazione Italiana Cineforum, Ficc Federazione Italiana dei Circoli di Cinema, Ucca Unione Circoli Cinematografici Arci e Uicc Unione Italiana dei Circoli del Cinema. Una rete associativa radicata storicamente – continua la nota – che continua un’opera vivace e preziosa di proposta e scoperta di un cinema plurale, nuovo e a volte invisibile nei normali circuiti di mercato, e un modo di fare cultura e scambio sociale attraverso lo spettacolo, rivolto con particolare attenzione al pubblico più giovane. Un lavoro quotidiano che si arricchisce ora di un catalogo variegato e di qualità.

Con l’accordo con le Associazioni di Cultura Cinematografica, che segue le recenti rassegne di cinema del reale organizzate insieme ad Arci/Ucca e Anec, Istituto Luce Cinecittà estende la propria capacità di distribuzione e diffusione di film, con uno speciale riguardo per i documentari, che non sempre possono trovare la via delle sale, ma spesso, come nel caso di opere recenti e attualmente in distribuzione come Terramatta, Anija o L’ultimo pastore, il riconoscimento dei più importanti festival, l’apprezzamento della critica e, tramite la visibilità offerta da realtà come i cinecircoli, un pubblico vasto e appassionato presente in tutta Italia.

Una platea capace di fare insieme mercato e cultura condivisa. Nell’ambito dell’accordo, Luce Cinecittà e le AANNCC organizzeranno dal mese di Aprile – conclude la nota – una serie di giornate in diverse città, con proiezioni di film, incontri con registi ed eventi, incentrate su temi del dibattito culturale e sulle memorie storiche legate al territorio".