Uomo investito e suicidio sui binari: circolazione ferroviaria in tilt

0
29
 

Ferrovie regionali in tilt ieri mattina a causa di due investimenti. Il primo incidente è avvenuto sulla linea FL4 a circa un chilometro dalla stazione di Frascati e ha provocato lo stop dei treni dalle 4.45 alle 7.45. A essere investito da un convoglio è stato un uomo che, secondo quanto si apprende, non verserebbe in gravi condizioni. Sei i treni regionali limitati nel loro percorso, con ritardi fino 60 minuti. Per agevolare i passeggeri sono stati predisposti bus sostitutivi tra Frascati e Ciampino.

Mortale, invece, l’incidente che si è verificato poco prima della stazione di Piedimonte, sulla linea FL6 Roma – Cassino. A togliersi la vita sdraiandosi sui binari verso le 8.50 all’altezza di Piedimonte San Germano è stato G.P., un uomo di 58 anni di Villa Santa Lucia.

All’origine del gesto estremo ci sarebbe una situazione economica particolarmente difficile con il lavoro perso da alcuni mesi, un mutuo da pagare e due figli disoccupati da mantenere. Il macchinista del locomotore ha riferito di aver visto una sagoma distesa in terra e, nonostante la brusca frenata in un punto in cui il convoglio raggiunge i 120 chilometri orari, non è riuscito a evitare la tragedia.

Il suicida ha raggiunto la ferrovia, all’altezza di Pedimonte, alla guida della sua auto e, dopo averla parcheggiata, ha superato la recinzione e ha atteso la morte. I brandelli del suo corpo sono stati disseminati in un tratto di oltre 200 metri. La circolazione è stata rallentata dalle 9.30 alle 11.30 e si sono registrati ritardi dai 60 ai 100 minuti. Forti i disagi subiti dai pendolari a causa dei treni sopprressi o bloccati in stazione in attesa che la scientifica effettuasse i rilievi del caso.

cinque