Testaccio, la rivolta dei mercatari

0
22

Braccia incrociate, lunedì scorso, da parte dei circa 100 operatori del mercato Testaccio di via Galvani, che hanno protestato contro le promesse non mantenute da parte del Comune. Una situazione che dura dallo scorso luglio, da quando le nuove postazioni sono state inaugurate “forzatamente” dal sindaco Alemanno e dagli assessori Bordoni, Ghera e Aurigemma.

Da allora le richieste dei commercianti restano chiuse in un cassetto all’interno de- gli uffici del Campidoglio: tra queste la chiusura del Farmer’s Market nell’ex Mattatoio, la realizzazione di tende per contrastare l’effetto serra e di un adeguato sistema di aerazione, lo spostamento degli ambulanti in via Manuzio, la risoluzione di anomalie che permettono alla pioggia di penetrare all’interno della struttura. «Il mercato è molto bello, luminoso – dichiara l’assessore del Municipio Centro Storico Emiliano Pittueo – ma ci sono dei lavori che andavano fatti ancora prima dell’inaugurazione e che adesso non possono più essere rinviabili. Al di là delle questioni accessorie credo che l’importante sia rendere la struttura fresca d’estate e “vivibile” d’inverno, cosa che in questo momento non accade. Molti operatori fanno fatica addirittura a conservare i propri beni alimentari».

Alcuni commercianti sono rimasti in presidio alla Bocca della Verità, altri sono stati ricevuti dal presidente del I Municipio Orlando Corsetti e da Ugo Cassone, presidente della commissione consiliare per il Commercio, ai quali hanno lanciato l’ultimatum: «Se giovedì alle 14 non avremo risposte – hanno annunciato – ci riuniremo di nuovo in assemblea e indiremo un nuovo sciopero». Il grande assente all’incontro Davide Bordoni ha poi risposto a distanza: «Lo spostamento del Farmer's Market è una

richiesta legittima degli operatori – ha commentato l’assessore alle Attività Produt- tive e Litorale di Roma Capitale, a margine dell'inau- gurazione della Città dei Mestieri e delle Professioni del Municipio XIII – Ricordo di averlo chiesto un anno fa e che avevamo approvato come memoria di Giunta a settembre, poi per motivi tecnici amministrativi questo trasferimento è stato ulte- riormente rimandato. Spero che entro la prima settimana di aprile si possa spostare il Farmer's Market nella bella struttura di via Passino alla Garbatella – conclude Bor- doni-. In questo modo possiamo restituire finalmente questo mercato alla Garbatella, ma diamo inoltre la possibilità al mercato Testaccio, dove bisogna sistemare alcune cose di manutenzione ordinaria, di dimostrare tutte le sue potenzialità».