Ostia, capitaneria scopre pesce congelato “non tracciato” a scuola

0
32
 

Proseguono i controlli nell’ambito dell’attività di monitoraggio, prevenzione e contrasto agli illeciti sulla filiera della pesca, in difesa dei consumatori e dei lavoratori del settore.

I militari del nucleo di polizia marittima della capitaneria di porto di Roma, congiuntamente al personale del servizio prevenzione sui luoghi di lavoro della Asl Roma D, hanno svolto nei giorni scorsi un’operazione intesa a verificare sia l'osservanza delle norme sulla disciplina della pesca nei luoghi di somministrazione del prodotto ittico, sia le norme sull’igiene e la sicurezza del lavoro.

I controlli sono stati eseguiti presso un istituto statale dell’Infanzia e scuola elementare ad Ostia e all’esito dell’attività sono stati sequestrati, da parte del personale della capitaneria di porto circa 13 kg di prodotto ittico vario congelato, principalmente filetti di limanda e di platessa, privo dei relativi documenti di tracciabilità, ed eseguito un verbale amministrativo per un totale di 1.500 euro.

È stata invece elevata un’ammenda di 8mila euro e inoltrata notizia di reato alla Procura della Repubblica di Roma, dagli operatori della Asl Roma D – Servizio di Prevenzione e Sicurezza sui luoghi di lavoro, per violazione del Testo Unico sulle norme di Sicurezza dei luoghi di lavoro. Proseguiranno gli accertamenti degli organi preposti affinché siano garantiti il benessere e la sicurezza dei bambini.