Criminalità, furti nelle ville del litorale e dei Castelli: sgominata banda

0
26
 

I carabinieri della compagnia di Anzio hanno sgominato una banda di cittadini albanesi dedita ai furti in villa che operava nell’hinterland romano. Nove le persone finite in manette su decreto di fermo per associazione per delinquere finalizzata ai furti in abitazione e in villa ed alla ricettazione.

I fermi scaturiscono da un’articolata attività investigativa, avviata dai Carabinieri per contrastare i numerosi furti in abitazione registrati principalmente sul litorale e nell’area dei Castelli romani, durante l’estate e nel periodo immediatamente successivo. Decine le perquisizioni tuttora in corso. Impiegate anche unità cinofile e un elicottero. Recuperate numerose autovetture di grossa cilindrata tra cui Porsche, Mercedes e Bmw, tutte rubate in abitazioni.

La banda esportava la maggior parte della merce rubata, per lo più preziosi ma anche molti oggetti di elettronica come televisori, iPad e pc, in Albania, dove il ricavato della vendita veniva reinvestito in beni mobili ed immobili a vantaggio degli indagati e dei propri congiunti. Alcuni furti fruttavano agli indagati anche più di 50mila euro in una sola giornata. I particolari dell'operazione in una conferenza stampa convocata alle 10,30 presso la compagnia carabinieri di Anzio.