Bravetta, armato di pistola rapina phone center

0
26
 

Un 43enne italiano di origini calabresi, già conosciuto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere per aver rapinato un phone center.

L’episodio è accaduto ieri sera quando l’uomo, sposato e disoccupato, è entrato nel locale pubblico armato di pistola, priva del tappo rosso, scoperta poi essere inattiva, ha minacciato di farsi consegnare dal titolare l’incasso giornaliero e da un avventore il borsello. Un giovane straniero di 17 anni, originario del Bangladesh, mentre attendeva alla fermata dell’autobus in via di Bravetta, ha notato la scena e si è scagliato contro il rapinatore che nel frattempo era uscito e si era dato alla fuga, rallentandone la corsa.

I militari giunti poco dopo hanno immediatamente ammanettato il rapinatore e condotto in caserma. Accusato di rapina, l’arrestato sarà giudicato con il rito per direttissima. Il minorenne, ferito al volto durante la colluttazione, è stato medicato presso il pronto soccorso e dimesso, guarirà in pochi giorni. La refurtiva è stata interamente recuperata dai militari e restituita alle vittime.