Lei lo caccia di casa, lui dà fuoco a abitazione

0
22

L’accusa è quella di incendio doloso aggravato per aver dato fuoco all’abitazione della moglie ed è scattato l’arresto da parte dei Carabinieri della Stazione di Roma Aventino.

Protagonista, un romano di 40anni che l’altra notte è rientrato ubriaco e dopo aver avuto un litigio con la moglie, è stato cacciato da casa dalla consorte, esasperata dal comportamento del compagno. L’uomo, evidentemente irritato da quella decisione, si è procurato una bottiglia di benzina con la quale ha cosparso una delle una delle finestre attigue al portone d’ingresso dell’appartamento dandogli fuoco. Le fiamme si sono propagate velocemente anche all’interno della casa, in cucina e nel salone. I vicini, allarmati, hanno immediatamente chiamato il 112 ed i militari, intervenuti insieme a una squadra dei Vigili del Fuoco, hanno messo in salvo la donna e i due figli che erano rimasti intrappolati nell’abitazione.

Fortunatamente, oltre al grande spavento, le vittime non hanno riportato alcuna conseguenza. Per il 40enne, invece, sono state necessarie le cure dell’ospedale Sant’Eugenio, dove è stato trasportato a causa delle ustioni multiple riportate agli arti mentre appiccava le fiamme. Una volta medicato e dimesso, l’uomo è stato arrestato e trattenuto in caserma, dove rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.