Scoperta evasione per 3 mln di affitti in nero

0
18

Nei primi nove mesi dell’anno i finanzieri del comando provinciale di Roma hanno scoperto in tutta la provincia materia imponibile non dichiarata per circa tre milioni di euro ed imposta di registro evasa per circa mezzo milione di euro, nel corso di controlli sulle locazioni di immobili.

Le attività ispettive, grazie a segnalazioni al numero di pubblica utilità “117” nonché all’azione di intelligence e di controllo economico del territorio, hanno riguardato immobili di ogni tipo (abitazioni, locali commerciali, ville affittate durante il periodo estivo, stanze per studenti universitari fuori sede ed altro), i cui contratti di locazione non erano stati presentati per la registrazione alle competenti sedi locali dell’agenzia delle entrate.

Oltre alla contestazione dell’omessa registrazione dei contratti, gli interventi delle Fiamme gialle hanno riguardato l’inottemperanza, da parte di imprese e persone fisiche proprietarie degli immobili, dell’obbligo di indicare nella dichiarazione dei redditi i proventi relativi ai canoni di affitto percepiti. Gli importi non dichiarati sono stati proposti all’Agenzia delle entrate per il recupero a tassazione ai fini delle imposte sui redditi.