Furti, strade senza luce e cavalli a passeggio Colle Cocchino nel caos

0
19

Strade completamente al buio e cavalli che passeggiano sulla statale Nettunense. Non è una scena tratta da un film western, ma quanto verificatosi ad Anzio in una delle strade più frequentate e pericolose a livello nazionale. A denunciare l’incuria della zona di Colle Cocchino si sono prodigati inutilmente decine di cittadini esasperati dall’indifferenza dell’Amministrazione comunale. Qualcuno è voluto andare fino in fondo, sfidando apertamente la classe politica e denunciando in modo aperto la situazione.

«Non è tollerabile il comportamento degli amministratori nei nostri confronti – ha riferito un residente della zona -. E’ più di un anno che segnaliamo i problemi relativi all’illuminazione pubblica, ma nessuno ci presta ascolto. Vi sono alcuni villini dove vivono nove nuclei familiari in cui manca completamente l’illuminazione, nonostante vi sia la predisposizione. Il problema è stato esposto in modo diretto sia all’assessore Alessandroni, sia al sindaco Bruschini, ma finora non è arrivata nessuna risposta. L’assessore mi ha “invitato” a non sollevare il caso a livello pubblico, mentre il sindaco interpellato anche sulla questione sicurezza mi ha risposto che i ladri ci sono ovunque e anche lui ne ha pagato le conseguenze. Queste risposte la dicono lunga sull’indifferenza dei nostri amministratori alle esigenze dei cittadini». 

Alcuni giorni orsono, sempre all’altezza di Colle Cocchino, alcuni cittadini hanno persino avuto un incontro ravvicinato con un cavallo, che alle 2 di notte passeggiava a ridosso della Nettunense. L’episodio si è verificato anche il giorno successivo tra l’indifferenza generale. Solo un cittadino, ha avvertito le guardie zoologiche. «Nessuno ci ha prestato attenzione, tranne le guardie, che hanno evitato una possibile strage. Il cavallo si era imbizzarrito e si può immaginare quali conseguenze avrebbe avuto la sua passeggiata a ridosso delle macchine che sfrecciano sulla statale. Siamo veramente in una situazione ai limiti del paradosso». Questo succede quasi a ridosso del centro della città e in una delle strade più importanti della zona. Cavalli che passeggiano indisturbati, illuminazione assente, furti e amministratori che consigliano di non divulgare queste notizie.

Marcello Bartoli